Zelenskiy afferma che le forze ucraine non sono scoraggiate; La Russia saluta la vittoria di Luhansk

  • Gli ucraini si spostano da Bagmut agli sloveni in attesa
  • La battaglia di Luhansk è stata una delle più grandi d’Europa da generazioni
  • Putin si è congratulato con i soldati vittoriosi

KIEV, 4 luglio (Reuters) – Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha dichiarato lunedì che le sue forze armate non stanno cedendo negli sforzi per “spezzare” la volontà di Mosca di continuare la guerra di quasi cinque mesi, mentre Vladimir Putin ha salutato la vittoria del suo esercito in un feroce battaglia. Luhansk.

La Russia ha conquistato domenica la città ucraina orientale di Lysizansk, ponendo fine a una delle più grandi guerre europee da generazioni e completando la conquista della provincia di Luhansk, una delle due regioni della regione del Donbass che hanno chiesto all’Ucraina di cederla ai separatisti.

Mentre la guerra entra nella sua fase successiva, le forze ucraine hanno adottato nuove linee difensive nella parte orientale del paese.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

“Non ci sono stati cambiamenti significativi sul campo di battaglia nelle ultime 24 ore”, ha detto Zelensky in un videomessaggio notturno. “Le forze armate ucraine stanno reagendo, respingendo e distruggendo le capacità offensive degli aggressori giorno dopo giorno. Dobbiamo romperle. Questo è un compito difficile. Richiede tempo e sforzi disumani. Ma non abbiamo alternative”.

In precedenza, Putin si è congratulato con le forze russe per la loro “vittoria nella direzione di Luhansk”. I partecipanti a quella guerra “devono riposare completamente e ripristinare la loro prontezza militare”, mentre le unità in altre aree continuano a combattere, ha detto il presidente russo in un breve incontro televisivo con il suo ministro della Difesa.

La battaglia per Luhansk si è avvicinata a Mosca, raggiungendo uno dei suoi obiettivi dichiarati dal suo tentativo fallito di impadronirsi di Kiev a marzo. È stata la più grande vittoria della Russia da quando ha conquistato il porto meridionale di Mariupol a fine maggio.

READ  Prime fotografie dal telescopio spaziale James Webb

All’ansa del fiume Chivarsky Donets, che attraversa Luhansk e Donetsk, entrambe le parti hanno inflitto perdite molto maggiori da entrambe le parti, uccidendo e ferendone migliaia.

L’incessante bombardamento russo lasciò Lysizansk una desolata terra desolata, la vicina Severodonetsk e le città circostanti, molte delle quali contenevano pesanti impianti industriali che i difensori usavano come bunker fortificati. La Russia ha provato e fallito più volte ad accerchiare gli ucraini, finendo per farli esplodere con l’artiglieria.

Sebbene le città distrutte abbiano uno scarso valore strategico, gli esperti militari hanno affermato che la battaglia potrebbe essere un punto di svolta nella guerra, con un impatto importante sulla capacità di combattimento di entrambe le parti.

“Penso che sia una vittoria tattica per la Russia, ma a un costo enorme”, ha affermato Neil Melvin del think tank RUSI con sede a Londra, paragonando la guerra alle grandi battaglie per banali conquiste territoriali che hanno caratterizzato la prima guerra mondiale.

“Ci sono voluti 60 giorni per progredire molto lentamente”, ha detto. “Penso che i russi possano dichiarare una sorta di vittoria, ma la battaglia principale deve ancora venire”.

Mosca spera che il ritiro dell’Ucraina dia lo slancio per spingere le forze russe più a ovest nella vicina provincia di Donetsk.

‘Fa molto male’

L’Ucraina avrebbe potuto ritirarsi da Luhansk settimane fa, ma ha scelto di continuare a combattere per espellere la forza d’invasione. Si spera che una guerra feroce lascerebbe i russi troppo impoveriti per mantenere le conquiste altrove.

Serhii Keitai, il governatore ucraino di Luhansk, ha riconosciuto che la sua intera provincia ora era effettivamente in mano russa, ma ha detto a Reuters: “Dobbiamo vincere la guerra, non la battaglia per Lysizansk… Fa molto male, ma non è perduto . La guerra.”

READ  Classifica del campionato PGA 2022: copertura in tempo reale, punteggi del golf oggi nel round 4 a Southern Hills

Keidai ha detto che le forze ucraine che si erano ritirate da Lysizansk stavano ora tenendo la linea tra Pakmut e Sloviansk, preparandosi a bloccare ulteriori avanzamenti russi.

I pesanti bombardamenti di domenica hanno ucciso almeno sei persone, inclusa una bambina di 10 anni, ha detto il sindaco di Sloviansk. leggi di più

L’agenzia di stampa russa Tass, citando funzionari militari della Repubblica popolare di Donetsk, ha affermato che i bombardamenti delle forze ucraine hanno ucciso tre civili e ferito altri 27.

Reuters non ha potuto verificare gli account di Battlefield.

Rob Lee dell’Istituto statunitense per la ricerca sulla politica estera ha affermato che la nuova linea di difesa ucraina dovrebbe essere più facile da difendere rispetto alla tasca abbandonata nella provincia di Luhansk.

“Questo è qualcosa che Putin può mostrare come un segno di vittoria”, ha detto. “Ma nel complesso, questo non significa che l’Ucraina cederà o cederà presto”.

La Russia ha affermato che la sua “operazione militare speciale” in Ucraina è di militarizzare il suo vicino meridionale e proteggere i parlanti russi dai cosiddetti nazionalisti.

L’Ucraina ei suoi alleati occidentali affermano che è un pretesto infondato per un’aggressione palese volta alla conquista del territorio.

Zelensky ha affermato che la ricostruzione delle infrastrutture distrutte dell’Ucraina richiederebbe fondi “enormi”.

Parlando a una conferenza a Lugano, in Svizzera, il primo ministro ucraino Denis Shmykal ha affermato che il costo potrebbe raggiungere i 750 miliardi di dollari e che i russi ricchi dovrebbero aiutare a pagare il conto. leggi di più

READ  Risultati UFC 276, highlights: Israele Adesanya supera Jared Cannonier mantenendo la corona dei pesi medi

Contrattacco

L’esperto della RUSI Melvin ha affermato che è improbabile che una battaglia decisiva per l’Ucraina abbia luogo a est, dove la Russia sta intensificando la sua offensiva principale, ma a sud, dove ha lanciato una controffensiva per riconquistare il territorio ucraino.

“È qui che vediamo gli ucraini avanzare attorno a Kherson. È lì che iniziano i contrattacchi e penso che vedremo lo slancio verso l’Ucraina mentre cercheranno di lanciare una controffensiva su larga scala per respingere i russi”, ha detto.

L’Ucraina spera, in parte, di ottenere armi aggiuntive dall’Occidente, inclusi razzi in grado di neutralizzare l’enorme vantaggio di potenza di fuoco della Russia, per colpire in profondità dietro le linee del fronte.

La scorsa settimana, l’Ucraina ha ottenuto la sua grande vittoria, guidando le forze russe da Snake Island, un’area desolata ma strategica nel Mar Nero che Mosca ha catturato il primo giorno di guerra ma che non può più difendere dagli attacchi ucraini.

Il primo ministro svedese Magdalena Andersen ha affermato che il modo migliore per porre fine alla guerra era aumentare il sostegno all’Ucraina e aumentare la pressione sulla Russia. “Siamo pronti per ulteriori sanzioni” contro la Russia, ha detto Anderson lunedì in una conferenza stampa con Zelenskiy, aggiungendo che Mosca non deve poter trarre profitto dalla sua invasione.

La Svezia, insieme alla vicina Finlandia, ha recentemente presentato domanda di adesione alla NATO. Anderson ha detto che potrebbe volerci un anno prima che il suo paese diventi un membro a pieno titolo dell’alleanza.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Rapporto dell’Ufficio Reuters; Segnalazione aggiuntiva di Oleksandr Kolukar; Di Michael Perry, Peter Graf e Paul Simao; Montaggio di Simon Cameron-Moore, Alison Williams e David Gregorio

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.