Putin elogia Xi per l’Ucraina, sbatte le “provocazioni” statunitensi su Taiwan

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

  • Il primo viaggio di Xi dalla pandemia di Covid
  • Putin elogia Xi per la posizione “equilibrata” dell’Ucraina
  • Putin sbatte gli Stati Uniti per le provocazioni su Taiwan
  • Xi e Putin discutono di Ucraina e Taiwan

SAMARKAND, Uzbekistan, 15 settembre (Reuters) – Il presidente russo Vladimir Putin ha elogiato giovedì il cinese Xi Jinping per la sua posizione “equilibrata” sul conflitto in Ucraina e il leader del Cremlino ha criticato gli Stati Uniti per le provocazioni nei confronti di Taiwan.

Nel suo primo viaggio fuori dalla Cina dall’inizio della pandemia di COVID-19, ha incontrato Putin nell’antica città uzbeka di Samarcanda, sulla Via della Seta, dove parteciperanno al vertice dell’Organizzazione per la cooperazione di Shanghai (SCO).

Parlando nel loro primo incontro faccia a faccia dall’inizio dell’invasione russa dell’Ucraina, Putin ha elogiato Xi per la sua posizione sulla guerra in Ucraina, ma ha detto di aver capito che Pechino aveva “domande e preoccupazioni” sul conflitto.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

La Cina non ha condannato la mossa della Russia contro l’Ucraina né l’ha definita una “invasione”, in linea con il Cremlino, che definisce la guerra “un’operazione militare speciale”.

“Apprezziamo molto la posizione equilibrata dei nostri amici cinesi quando si tratta della crisi ucraina”, ha detto Putin. “Comprendiamo le vostre domande e preoccupazioni al riguardo. Durante l’incontro di oggi, spiegheremo sicuramente la nostra posizione”.

READ  Il Dow scivola più vicino mentre l'S&P 500 si completa

Putin ha apertamente sostenuto la Cina sulla questione di Taiwan.

La Cina ha condotto esercitazioni militari in stile assedio intorno a Taiwan dopo che la presidente degli Stati Uniti Nancy Pelosi ha visitato Taiwan il mese scorso. Il governo di Taiwan respinge fermamente le pretese di sovranità della Cina.

“Vogliamo aderire fermamente al principio di ‘una Cina’”, ha detto Putin. “Condanniamo le provocazioni degli Stati Uniti e dei suoi satelliti nello Stretto di Taiwan”.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Di Olzhas Auyezov e Guy Faulconbridge; Montaggio di Ryssa Kasolowski, Tomasz Janowski e John Boyle

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.