Procter & Gamble ha un avviso dopo un trimestre forte

Procter e gioco d’azzardo co.

PG -4,93%

Il produttore di detersivi Tide e pannolini Pampers prevede una crescita delle vendite più lenta nel corso degli anni, poiché i consumatori inizieranno ad abbracciare i prodotti per la casa che stringono la cintura.

Ciò arriva dopo che l’azienda di prodotti di consumo con sede a Cincinnati ha registrato il suo più grande aumento annuale delle vendite in 16 anni venerdì, grazie agli aumenti di prezzo che ha applicato alle graffette dal dentifricio alla carta igienica.

Le vendite organiche di P&G, una misura monitorata da vicino che esclude affari e movimenti valutari, sono aumentate del 7% nell’anno terminato il 30 giugno, il massimo dal 2006. Gli acquirenti hanno pagato prezzi significativamente più alti.

Ma i dirigenti hanno affermato che i consumatori stanno iniziando a tagliare a causa dell’aumento dell’inflazione. Usano le scorte accumulate o evitano di rifornire le scorte durante la pandemia. Il volume delle vendite è diminuito dell’1% nell’ultimo trimestre.

“Per noi, il declino è ancora sconosciuto”, ha affermato Andre Schulten, chief financial officer di P&G. “Non siamo nemmeno ingenui, stiamo assistendo a pressioni sui consumatori”.

P&G prevede che la crescita organica delle vendite sarà compresa tra il 3% e il 5% per l’anno in corso, la più lenta dal 2019, quando l’azienda ha ottenuto un aumento del 5%. L’azienda prevede che la crescita nel settore dei beni di consumo rallenterà di un punto percentuale o più rispetto alla crescita del 5% dell’ultimo anno fiscale.

Il CEO di P&G John Moeller ha affermato in un’intervista che i consumatori stanno iniziando a diventare più convenienti. Alternative a marchio del distributore, una tendenza esistente nel settore alimentare e delle bevande. Ha definito il cambiamento piccolo ma evidente.

READ  Fino a quando non viene trovato un mandato del 1955 nel caso Emmett, la famiglia chiede l'arresto

Sig. Moeller ha affermato che, sebbene la crescita sia stata superiore a quella degli ultimi anni, livelli occupazionali più elevati e bilanci familiari sani, combinati con il taglio dei consumatori a spendere altrove, li aiuteranno a spendere per le necessità, ha affermato, aggiungendo di essere ottimista sul fatto che l’economia lo farà rimanere fermo.

“Non c’è alcun motivo intrinseco per cui le persone smetteranno di acquistare beni di consumo a basso costo, elementi essenziali di utilità quotidiana dove le prestazioni contano”, ha affermato. “Devi cercare altrove i segnali di stress dei consumatori”.

Sia l’indice del sentimento del consumatore che l’indice della fiducia del consumatore tentano di misurare la stessa cosa: i sentimenti dei consumatori. Il WSJ spiega perché la Federal Reserve sta tenendo d’occhio la fiducia dei consumatori nel 2022. Descrizione: Adele Morgan

Le azioni di P&G sono scese di oltre il 6% negli scambi mattutini.

I risultati e le prospettive di P&G fanno eco in gran parte ai messaggi di altri importanti marchi di consumo. Aziende comprese

Coca Cola co.

,

McDonald’s corporativo

E

Kimberly-Clark corporativo

Le vendite hanno registrato guadagni questa settimana sui prezzi più alti e i dirigenti hanno affermato che avrebbero resistito Aumentano i costi per gli acquirenti per adesso. Eppure alcuni dirigenti stanno iniziando a mostrare segni di stress da parte dei consumatori, passando a marchi più economici o riducendo quanto acquistano.

P&G, il più grande venditore mondiale di beni di consumo confezionati, ha superato i rivali durante la pandemia, in particolare negli Stati Uniti.

Concorrenti Mostrando segni di successo.

Colgate-Palmolive co.

Venerdì, ora si aspetta guadagni delle vendite organiche maggiori del previsto, prevedendo un aumento dal 5% al ​​7% per l’anno solare, dal 4% al 6%. la settimana scorsa,

Kimberly-Clark

E

Unilever

PLC ha anche aumentato le sue prospettive di vendita per l’anno solare.

Chiesa e Dwight co.

L’amministratore delegato Matthew Farrell ha dichiarato venerdì che la domanda di detersivi per bucato più economici sta accelerando poiché le persone abbandonano gli spazzolini elettrici per le opzioni manuali. “I consumatori stanno facendo delle scelte per allungare ulteriormente i loro budget”, ha affermato.

Una domanda fondamentale è come i consumatori ei rivenditori risponderanno a ulteriori aumenti di prezzo. P&G ha dichiarato venerdì che un altro round di aumenti dei prezzi per i rivenditori, nelle percentuali a metà cifra, entrerà in vigore entro la fine dell’estate.

Condividi i tuoi pensieri

Cosa ne pensi della forza dell’economia in questo momento? Partecipa alla conversazione qui sotto.

P&G ha perso quote nelle quattro settimane terminate il 16 luglio dopo oltre quattro anni di guadagni di quote di mercato, ha affermato l’analista di Bernstein Callum Elliott in una nota di ricerca che analizza i dati al dettaglio. Ci sono perdite in ogni modo tranne la bellezza, ha detto.

“Mentre i prezzi fluttuano, i consumatori continuano ad adattarsi alla nuova realtà”, ha affermato.

Sig. Moeller ha affermato che P&G continua a guadagnare quote di mercato negli Stati Uniti e nel mondo.

Le vendite organiche sono aumentate del 7% nel trimestre terminato il 30 giugno, mentre i prezzi medi sono aumentati dell’8%. P&G ha attribuito il calo dell’1% del volume delle vendite alle chiusure legate al Covid in Cina e a una deliberata riduzione delle sue attività in Russia durante la guerra in Ucraina.

P&G ha registrato un fatturato di 19,5 miliardi di dollari nel trimestre, in aumento del 3% rispetto a un anno fa. L’utile netto diluito per azione è stato di $ 1,21, in aumento del 7%.

La società prevede che l’utile netto diluito per azione sarà compreso tra il 4% e il 4% per l’anno fiscale, poiché dovrà affrontare un addebito previsto di 3,3 miliardi di dollari relativo ai tassi di cambio e ai maggiori costi di materiali e scorte.

Scrivere a Sharon Terlep a Sharon.terlep@wsj.com

Copyright ©2022 Dow Jones & Company, Inc. Tutti i diritti riservati. 87990cbe856818d5eddac44c7b1cdeb8