NFL-NFLPA accetta di modificare i protocolli di commozione cerebrale



CNN

La National Football League e la NFL Players Association hanno concordato Aggiorna il protocollo di commozione cerebrale della lega di sabato.

La decisione segue una revisione della risposta all’infortunio del quarterback dei Miami Dolphins Tua Tagovailoa il 25 settembre. Tagovailoa ha subito un trauma cranico ed è stato successivamente autorizzato a rientrare in gioco. Dagovailova, 24 anni, è stata successivamente ricoverata in ospedale per una commozione cerebrale.

La lega e il sindacato hanno annunciato congiuntamente i risultati della revisione sabato.

Secondo i nuovi protocolli, i giocatori non possono competere se soffrono di atassia, che descrive una mancanza di coordinazione causata da uno scarso controllo muscolare.

La dichiarazione congiunta ha descritto i risultati e i risultati della loro revisione dell’infortunio di Tagovailoa come segue:

“Anche se l’indagine ha stabilito che il personale medico della squadra e i professionisti medici non affiliati hanno seguito i passaggi del protocollo scritto, la NFL e la NFLPA riconoscono che l’esito di questo caso potrebbe non essere stato quello che era quando il protocollo è stato redatto”.

“Quindi, come già fatto nei casi precedenti, il protocollo sarà modificato per aumentare la sicurezza dei giocatori sulla base dei consigli dei rispettivi medici esperti delle parti. In particolare, il termine ‘atassia’ è stato aggiunto ai sintomi ‘no-go’. ‘Atassia’ è definita come un’anomalia di equilibrio/stabilità, coordinazione motoria o alterazione del linguaggio causata da un problema neurologico.

In altre parole, se a un giocatore viene diagnosticata “atassia” da qualsiasi club o medico neutrale coinvolto nell’applicazione del protocollo di commozione cerebrale, gli sarà vietato tornare in campo e riceverà le cure di follow-up di cui ha bisogno. etico.”

Tagovailoa è stato brevemente espulso durante il secondo quarto di una partita del 25 settembre contro i Buffalo Bills. I Dolphins lo hanno dichiarato discutibile al ritorno con un infortunio alla testa, ed è tornato in campo nel terzo quarto.

Poi, giovedì, è tornato in campo quando i Dolphins hanno giocato contro i Cincinnati Bengals. È stato affrontato dal guardalinee difensivo del Bengala Josh Duboe e portato in campo su una barella e ricoverato in ospedale.

L’incidente ha spinto la NFL a rivalutare i suoi protocolli di commozione cerebrale e fornire una valutazione più rigorosa dei giocatori che hanno subito lesioni alla testa apparenti.

Il rapporto concludeva che l’instabilità di Tagovailoa non era causata da un trauma cranico, ma da un infortunio alla schiena.

READ  Amazon pubblica "Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere" ma i fan si lamentano solo che l'episodio 2 ha funzionato per primo