L’ucraino Kherson corre per recuperare energia e acqua dopo la ritirata russa

  • L’infrastruttura principale a Kherson è stata tagliata dai russi, il governatore
  • La situazione umanitaria a Gerson è “estremamente difficile” – ufficiale
  • I funzionari stanno lavorando per ripristinare i servizi critici
  • Per i residenti di Kherson, la gioia si mescola alle preoccupazioni per l’acqua e l’elettricità
  • I combattimenti imperversano nelle regioni orientali di Donetsk e Luhansk

KHERSON, Ucraina, 13 nov (Reuters) – I servizi pubblici di Kherson stanno lavorando per ripristinare le infrastrutture critiche danneggiate e minate dalle forze russe in fuga, hanno detto domenica funzionari regionali, con la maggior parte delle case nella città ucraina meridionale ancora senza elettricità e acqua.

Yaroslav Yanushevich, il governatore della regione di Kherson, ha affermato che le autorità hanno deciso di imporre il coprifuoco dalle 17:00 alle 8:00, vietando alle persone di lasciare o entrare nella città come misura di sicurezza.

“Il nemico ha minato tutte le infrastrutture importanti”, ha detto Yanushevich alla televisione ucraina.

“Ci incontreremo tra pochi giorni (e poi) cercando di aprire la città”, ha detto.

Le truppe ucraine sono arrivate nel centro di Kherson venerdì dopo che la Russia ha abbandonato l’unica capitale regionale che aveva catturato dall’inizio della sua invasione a febbraio. Il ritiro segnò la terza grande ritirata russa della guerra e la prima a consegnare una città occupata così grande di fronte a una grande controffensiva ucraina che riconquistò parti dell’est e del sud.

Domenica, gli scambi di artiglieria hanno echeggiato per la città, ma non sono riusciti a scoraggiare la folla di residenti esultanti e sbandieratori che si rannicchiavano contro il freddo nella piazza principale di Kherson. Le persone hanno cercato di captare i segnali dei telefoni cellulari dalle stazioni di terra Starlink trasportate da veicoli militari ucraini.

READ  Obama afferma che la democrazia potrebbe non sopravvivere se vincono i repubblicani dell'Arizona

“Siamo felici ora, ma abbiamo tutti paura del bombardamento dalla riva sinistra”, ha detto Yana Smirnova, 35 anni, cantante, riferendosi ai cannoni russi sulla sponda orientale del fiume Dnipro, che scorre vicino alla città.

Smirnova ha detto che lei e le sue amiche dovevano prendere l’acqua dal fiume per fare la doccia e i gabinetti, e che solo pochi residenti hanno avuto la fortuna di avere generatori che alimentavano le pompe per prelevare l’acqua dai pozzi.

Funzionari locali hanno detto che gran parte della città era senza elettricità o acqua, e Yuriy Sobolevsky, primo vice capo del consiglio regionale di Kherson, ha detto alla televisione ucraina che mentre le autorità stavano lavorando per ripristinare i servizi critici, la situazione umanitaria era “molto difficile”.

“I nostri uomini e donne”

Tuttavia, alcuni di coloro che celebrano nella piazza principale di Kherson hanno affermato che i problemi sono sbiaditi rispetto alla gioia di vedere le truppe ucraine entrare in città.

“Non appena abbiamo visto il nostro esercito, tutti i problemi con acqua ed elettricità sono scomparsi”, ha detto la stilista Yana Shaboshnikova, 36 anni. “Le esplosioni non sono così spaventose, i nostri ragazzi e ragazze (truppe) sono qui. Quindi non lo è. È molto spaventoso”.

I funzionari hanno affermato che ci sono stati alcuni progressi iniziali nel riportare la città alla normalità.

Kyrylo Tymoshenko, consigliere del presidente Volodymyr Zelenskiy, ha dichiarato sull’app di messaggistica Telegram che una connessione mobile era già funzionante nel centro della città, mentre il capo delle Ferrovie dello Stato ucraine ha affermato che i servizi ferroviari per Kherson dovrebbero riprendere questa settimana.

READ  Risultati del college football, calendario, partite di oggi: Nebraska vs. Inizia l'azione della settimana 0 di Northwestern

“Prima di fuggire da Kherson, gli occupanti hanno distrutto tutte le infrastrutture importanti: comunicazioni, acqua, riscaldamento, elettricità”, ha detto Zelenskiy in un discorso video sabato.

Il ministero della Difesa ucraino ha affermato che 179 insediamenti e 4.500 chilometri quadrati (1.700 miglia quadrate) lungo il fiume Dnipro sono stati riconquistati dall’inizio della settimana.

Lo stato maggiore delle forze armate ucraine ha riferito che sono proseguiti pesanti combattimenti sul fronte orientale nelle regioni di Donetsk e Luhansk.

Nel suo aggiornamento quotidiano, lo stato maggiore ha affermato che le forze ucraine hanno respinto gli attacchi russi a diversi insediamenti in entrambe le regioni nelle ultime 24 ore.

Zelenskiy ha attribuito il successo dell’Ucraina a Kherson e altrove alla feroce resistenza nella regione di Donetsk, nonostante i ripetuti attacchi russi.

“C’è solo l’inferno là fuori – ogni giorno ci sono battaglie molto feroci”, ha detto sabato.

“Vent’anni più giovane”

Sabato scorso, sulla strada per Kherson, gli abitanti del villaggio hanno aspettato con dei fiori per salutare e baciare i soldati ucraini dopo la ritirata russa.

“Negli ultimi due giorni siamo diventati 20 anni più giovani”, ha detto Valentina Buhailova, 61 anni, mentre un soldato ucraino è saltato fuori da un piccolo camion e ha abbracciato lei e la sua amica, Natalya Porkunuk, 66 anni, in un villaggio vicino al centro di il villaggio. Gerson.

Ma il fuoco dell’artiglieria ha circondato l’aeroporto internazionale e la polizia ha detto che stavano allestendo posti di blocco dentro e intorno alla città e rimuovendo le mine antiuomo lasciate alle spalle.

Reporting di David Ljunggren, Jonathan Lande, Gleb Garanich e Pavel Polityuk Montaggio di Clarence Fernandez e Tomasz Janowski Montaggio di William Mallard, Francis Kerry, David Goodman e Jane Merriman

READ  Il presidente dello Sri Lanka Gotabaya Rajapaksa è fuggito dal Paese: aggiornamenti in tempo reale

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.