Le azioni hanno chiuso in ribasso mentre gli investitori attendevano il rapporto sull’occupazione di settembre, con il Dow in calo di quasi 350 punti

Giovedì le azioni statunitensi sono scese mentre i trader hanno pesato oscillazioni più marcate delle azioni e dei tassi all’inizio del mese.

La media industriale del Dow Jones è scesa di 346,93 punti, o dell’1,15%, a 29.926,94. L’S&P 500 ha perso l’1,02% a 3.744,52 e il Nasdaq Composite lo 0,68% a 11.073,31. Tre criteri azionari hanno interrotto la sessione. Tutte le principali medie sono in procinto di concludere la settimana in rialzo del 4% nella loro migliore settimana dal 24 giugno.

L’energia è stato il settore più performante guadagnando l’1,8%. Le utility sono rimaste indietro, in calo del 3,3%.

Il tasso di riferimento a 10 anni ha superato il 3,8%. Il rendimento a 2 anni, più sensibile ai cambiamenti di politica monetaria, è salito al 4,2%.

Gli investitori attendono con impazienza il rapporto sull’occupazione di venerdì, che mostrerà come è andato il mercato del lavoro a settembre e fornirà alla banca centrale un altro aggiornamento sulla sua campagna di rialzo dei tassi. Gli economisti intervistati dal Dow Jones Aspettati che il rapporto venga visualizzato Il personale è aumentato di 275.000 unità e il tasso di disoccupazione è stato del 3,7%. I timori che la Federal Reserve adotti una linea più rigida sull’inflazione potrebbe sorprendere il rialzo.

I dati di ADP di mercoledì hanno mostrato che il mercato del lavoro tra le aziende private è rimasto forte a settembre, quando le imprese hanno aggiunto 208.000 posti di lavoro, battendo le stime di Wall Street. Ma giovedì, le richieste di sussidi di disoccupazione sono state superiori alle attese, suggerendo una certa debolezza nel mercato del lavoro.

“Ancora una volta, gli investitori cercano cattive notizie come buone notizie”, ha scritto Chris Senyek di Wolff Research in una nota di giovedì, aggiungendo che il rapporto di settembre, che era inferiore alle aspettative, fermerebbe la crescita dei salari e creerebbe un precedente. La Federal Reserve è improbabile.

READ  I nazionalisti bianchi accusati di aver complottato una rivolta sono stati rilasciati su cauzione dalla prigione dell'Idaho

“Sebbene i titoli siano attualmente vulnerabili a importanti breakout al rialzo, crediamo fermamente che il nostro caso di base rialzista a medio termine rimanga intatto”, ha aggiunto.

Wall Street ha iniziato la settimana in rialzo, con l’S&P 500 che ha messo in scena il suo più grande rally di due giorni dal 2020. Le azioni hanno lottato per continuare i guadagni di mercoledì, ma alla fine sono diminuite. Il Dow è sceso di circa 42 punti, ovvero dello 0,14%. L’S&P 500 e il Nasdaq Composite sono scesi rispettivamente dello 0,20% e dello 0,25%.

Leggi la copertura del mercato di oggi in spagnolo qui.