La Russia afferma che la stazione spaziale della NASA esce molto meno di quanto riportato in precedenza

Questa foto è stata scattata dall’equipaggio della Expedition 56 dalla navicella spaziale Soyuz il 4 ottobre 2018, dopo che la Stazione Spaziale Internazionale (ISS) si è sganciata. Manuale della NASA/Roscosmos/REUTERS/File Photo

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

WASHINGTON, 27 luglio (Reuters) – Funzionari spaziali russi hanno detto alle loro controparti americane che vogliono portare i loro astronauti sulla Stazione Spaziale Internazionale almeno fino alla costruzione del loro avamposto orbitale, ha detto mercoledì a Reuters un alto funzionario della NASA.

Yuri Borisov, il nuovo direttore generale dell’agenzia spaziale russa Roscosmos, ha sorpreso la NASA martedì annunciando che Mosca intende porre fine alla partnership di lunga data con la stazione spaziale “dopo il 2024”. leggi di più

Kathy Lueders, capo delle operazioni spaziali della NASA, ha dichiarato martedì all’agenzia spaziale statunitense che i funzionari russi volevano rimanere in collaborazione con Roscosmos mentre lavora per chiamare il suo avamposto orbitale pianificato ROSS.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

“Non abbiamo cambiato nulla a nessun livello di missione”, ha detto Luders a Reuters, aggiungendo che le relazioni della NASA con Roscosmos rimarranno “come al solito”.

La stazione spaziale, un laboratorio scientifico delle dimensioni di un campo da calcio e in orbita a circa 400 km sopra la Terra, è stata occupata ininterrottamente per più di due decenni nell’ambito di una partnership guidata da Stati Uniti e Russia che include Canada, Giappone e altri. 11 paesi europei.

Sebbene il suo destino sia stato messo in discussione da quando la Russia ha invaso l’Ucraina a febbraio, offre una delle ultime fasi della cooperazione tra Stati Uniti e Russia.

READ  Quattro morti nell'esplosione di una strada a Potsdam Washington in Pennsylvania

Deve ancora essere raggiunto un accordo formale per estendere la partecipazione della Russia oltre il 2024. La NASA, la Russia e gli altri partner della stazione hanno in programma di discutere la possibilità di estendere la reciproca presenza al laboratorio fino al 2030 durante una riunione speciale venerdì del consiglio che sovrintende alla gestione della stazione, ha affermato Luders.

Roscosmos ha pubblicato mercoledì un’intervista sul suo sito web con Vladimir Solovyov, direttore di volo dell’ala russa della stazione spaziale, che avrebbe affermato che la Russia dovrebbe rimanere sulla stazione fino a quando ROSS non sarà operativo.

“Ovviamente, dobbiamo continuare a far funzionare la ISS fino a quando non creeremo un backstop più o meno affidabile per ROSS”, ha detto Solovyov. “Dobbiamo tenere conto del fatto che se smettiamo di usare i droni per anni, sarà molto difficile recuperare ciò che è stato ottenuto”.

Le sezioni americana e russa della stazione spaziale sono state appositamente costruite per essere intrecciate e tecnologicamente interdipendenti.

(Questa storia corregge il titolo in “serie molto meno immediate di quelle precedentemente indicate”, non “rimanere con la stazione spaziale almeno fino al 2028”; corregge la prima frase in “almeno fino a quando il proprio avamposto non sarà costruito in orbita”. Avamposto orbitale costruito nel 2028. )

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Rapporto di Joey Rowlett; Montaggio di Jonathan Otis e Will Dunham

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.