La critica di Trump Liz Cheney cade alle primarie americane, Murkowski sopravvive

  • Cheney ha perso contro un rivale sostenuto da Trump nel Wyoming
  • Fa parte del Comitato del 6 gennaio per indagare sui disordini del Campidoglio
  • Murkowski ha rimosso il divieto primario in Alaska

JACKSON, Wyo., 17 agosto (Reuters) – La rappresentante degli Stati Uniti Liz Cheney, una feroce critica repubblicana di Donald Trump che ha svolto un ruolo chiave in un’indagine del Congresso sul Campidoglio il 6 gennaio, ha perso una corsa primaria sostenuta da Trump. Sfida al Wyoming martedì

Ma la senatrice Lisa Murkowski, un’altra repubblicana che ha sfidato l’ex presidente, ha revocato il divieto in Alaska. Doveva affrontare Kelly Shibaka, sostenitrice di Trump, alle elezioni del Congresso dell’8 novembre, con entrambi i candidati che avanzavano nelle primarie apartitiche dello stato.

La sconfitta di Cheney da parte di Harriet Hackman, sostenuta da Trump, segna una vittoria significativa per l’ex presidente nella sua campagna per cacciare i repubblicani che hanno sostenuto il suo impeachment dopo che la folla dei suoi sostenitori ha preso d’assalto il Campidoglio l’anno scorso.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Cheney, che ha ammesso la gara, ha detto di non essere pronto ad “accogliere le bugie del presidente Trump sulle elezioni del 2020”.

“Sarebbe stato necessario per me attuare i suoi continui sforzi per smantellare il nostro sistema democratico e attaccare le fondamenta della nostra repubblica. Questo è un percorso che non posso e non voglio intraprendere”, ha detto ai sostenitori.

Con il 99% dei voti previsti contati nel Wyoming, Hageman ha guidato le primarie repubblicane con il 66,3%, seguito da Cheney con il 28,9%, secondo l’organismo di controllo elettorale Edison Research.

READ  Taylor Hawkins: Cosa sappiamo della morte del batterista dei Foo Fighters?

I risultati in Alaska sono stati limitati.

Con il 72% del conteggio dei voti previsto, Murkowski guidava di poco con il 42,7%, seguito da Schipaka al 41,4% e dalla democratica Patricia Chesbro al 6,2%, secondo Edison. Il formato primario apartitico dello stato elimina tutti tranne i primi quattro che ottengono voti.

Murkowski, un moderato che è stato una delle voci più liberali del Senato, è al seggio dal 2003.

In Alaska, Edison ha previsto che nessun candidato sarebbe emerso come un chiaro vincitore in una corsa a tre per riempire il mandato del rappresentante Dan Young, morto a marzo.

Quella gara vede l’ex governatrice e candidata alla vicepresidenza del 2008 Sarah Palin, che è stata approvata da Trump, contro il collega repubblicano Nick Begich III e la democratica Mary Beltola. Il vincitore sarà annunciato il 31 agosto.

Sia il Wyoming che l’Alaska sono repubblicani in modo affidabile, quindi i risultati non influiranno sul fatto che i Democratici del presidente Joe Biden perdano la loro sottilissima maggioranza al Congresso. I repubblicani riprenderanno la Camera e avranno la possibilità di ottenere il controllo del Senato.

Eliminare i critici di Trump

La cacciata di Cheney è l’ultimo segno del persistente dominio di Trump sul Partito Repubblicano.

Trump, che ha lasciato intendere che si candiderà alla presidenza nel 2024, ha reso la fine della carriera congressuale di Cheney una priorità tra i 10 repubblicani della Camera che ha preso di mira per sostenere il suo impeachment nel 2021.

READ  Punteggio LSU vs Florida State: aggiornamenti di gioco in tempo reale, risultati del college football, top 25 della NCAA di oggi

Cheney, la figlia dell’ex vicepresidente repubblicano Dick Cheney, sta indagando sulle circostanze che circondano le rivolte del Campidoglio a gennaio. 6 ha usato la sua posizione nel comitato per attirare l’attenzione sulle azioni di Trump quel giorno e sulle sue false affermazioni di aver vinto le elezioni del 2020.

I leader repubblicani dovrebbero annullare l’udienza del 6 gennaio se dovessero ottenere il controllo della Camera a novembre. I rappresentanti del nuovo Congresso prenderanno posto a gennaio.

Hackman, un avvocato delle risorse naturali che ha abbracciato le bugie elettorali di Trump, ha criticato il discorso di concessione di Cheney, dicendo che ha mostrato poca preoccupazione per le questioni che devono affrontare il suo stato.

“È ancora concentrato sull’indignazione per il presidente Trump e i cittadini del Wyoming, e gli elettori del Wyoming hanno inviato un messaggio molto forte stasera”, ha detto Hackman a Fox News.

Cheney alla Camera ha votato per mettere sotto accusa Trump con l’accusa di incitamento alle rivolte del Campidoglio, mentre Murkowski al Senato ha votato per metterlo sotto accusa per quelle accuse. Trump è stato infine assolto.

Dei 10 repubblicani che hanno sostenuto l’impeachment, solo uno – Dan Newhouse di Washington – rimarrà al Congresso dopo le elezioni di novembre.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Reportage di Liliana Salgado a Jackson, Wyoming e Nathan Lane a Wilton, Connecticut, reportage aggiuntivo di Kanishka Singh, Eric Beach e Moira Warburton; Montaggio di Andy Sullivan, Scott Malone, Alistair Bell e John Stonestreet

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.