Kyrie Irving potrebbe unirsi ai Nets già domenica

Guardia All-Star sospesa Kyrie Irving Il processo necessario per tornare a giocare è in fase di completamento e potrebbe ricongiungersi ai Brooklyn Nets per la partita di domenica contro i Memphis Grizzlies al Barclays Center, hanno riferito fonti a ESPN.

Irving salterà la sua ottava partita consecutiva giovedì sera a Portland, ma si sta avvicinando alla fine della sua sospensione dopo quasi due settimane, hanno detto fonti.

“Kyrie continua il suo viaggio di dialogo ed educazione”, ha detto mercoledì sera a ESPN Tamika Tremaglio, direttore esecutivo della National Basketball Players Association. “Sta combattendo tutto il peso dell’impatto della sua voce e delle sue azioni, specialmente nella comunità ebraica. Kyrie rifiuta l’antisemitismo in qualsiasi forma e si impegna a migliorare se stesso e aumentare il suo livello di comprensione. Ha intenzione di continuare questo viaggio. Assicurati che le sue parole e le sue azioni in futuro seguano la verità e la conoscenza.

Tremaglio e il sindacato hanno lavorato a stretto contatto con Irving, i Nets e la NBA per aiutarlo a elaborare le proprie soluzioni per porre fine alla sospensione, hanno detto fonti. Quello che potrebbe essere iniziato come un rigoroso elenco di prerequisiti si è evoluto in Irving che ha assunto la proprietà del processo stesso, che i Nets e la lega ritengono sia ciò che hanno detto le fonti.

Irving sta scontando una sospensione minima di cinque partite senza paga per non essersi inizialmente scusato e aver condannato un collegamento sui social media a un film pieno di materiale antisemita.

Le scuse di Irving – pubblicate sul suo account Instagram poche ore dopo l’annuncio della sua sospensione il 4 novembre – sono arrivate sulla scia di due conferenze stampa e di una dichiarazione pubblica rilasciata con i Nets che non includeva scuse o rimproveri.

READ  La Corte Suprema afferma che il comitato della Camera del 6 gennaio può ottenere i record del telefono e dei messaggi di testo di Kelly Ward

Irving ha incontrato separatamente il proprietario dei Nets Joe Tsai e il commissario Adam Silver, ed entrambi hanno dichiarato pubblicamente di non credere che Irving fosse antisemita.

Al momento della sospensione di Irving, i Nets hanno rilasciato una dichiarazione in cui si afferma: “La mancata negazione dell’antisemitismo quando viene data una chiara opportunità è profondamente preoccupante, va contro i valori della nostra organizzazione e costituisce una condotta dannosa per la squadra”.

In una nota ai membri dell’NBPA venerdì, il sindacato ha detto ai giocatori NBA che “i diritti di Kyrie e i diritti di tutti i futuri giocatori sono protetti ad ogni turno”.[s] Risolveremo tutte le questioni il prima possibile per la soddisfazione di tutte le parti.

L’NBPA ha descritto i recenti incontri come “uno sforzo per approfondire la comprensione e aprire chiare linee di comunicazione tra tutte le parti”.

I Nets sono 4-3 senza Irving durante la sospensione, inclusa una sconfitta per 153-121 contro i Sacramento Kings martedì sera. Brooklyn è complessivamente 6-9, 5,5 partite dietro Boston al primo posto nella classifica della Eastern Conference.

Irving, 30 anni, ha una media di 26,9 punti, 5,1 rimbalzi e 5,1 assist per i Nets in questa stagione.