Il Primo Ministro della Giamaica afferma che la nazione insulare dei Royals britannici vuole essere indipendente

Kingston, 23 marzo (Reuters) – Il primo ministro giamaicano Andrew Holmes ha detto mercoledì al principe William e a sua moglie Kate di volere che il suo Paese fosse “indipendente” e risolvesse le questioni “irrisolte”. Per la schiavitù.

La coppia reale è arrivata in Giamaica martedì come parte di un tour di una settimana nelle ex colonie caraibiche britanniche, ma ha dovuto affrontare domande pubbliche sull’eredità dell’Impero britannico.

In un discorso mercoledì, il principe William non ha risposto alle chiamate per rimuovere sua nonna, la regina Elisabetta, dalla presidenza.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Dopo la rimozione della regina dalla carica di Sovrano Capo di Stato circa quattro mesi fa e la trasformazione delle Barbados in una Repubblica, il viaggio della coppia reale iniziò alla scoperta della Giamaica.

Durante le riprese con William e Kate, Holnes ha detto: “Ci sono problemi irrisolti qui.

“Ma sembra che tu veda la Giamaica come un paese molto orgoglioso… stiamo andando avanti. Intendiamo realizzare la nostra vera ambizione di essere più indipendenti, pienamente sviluppati e prosperi”.

Dozzine di persone si sono radunate fuori dall’Alto Commissariato britannico a Kingston martedì, cantando canzoni tradizionali rastafariane e tenendo striscioni con lo slogan “Say You Sorry” – esortando la Gran Bretagna a scusarsi. L2N2VP2CB

In un discorso alla residenza del governatore generale alla presenza di Holnes e di altri dignitari, William si fermò prima di scusarsi per la schiavitù, sebbene riconoscesse che la dichiarazione di suo padre secondo cui “le terribili atrocità della schiavitù infangano per sempre la nostra storia” era stata confermata.

READ  Rapporto sulla raccolta fondi del primo trimestre: Warnock, Kelly continuano a superare gli oppositori del GOP

William, secondo in linea di successione al trono britannico, espresse il suo “profondo rammarico” per l’instaurazione della schiavitù, che secondo lui non avrebbe mai dovuto esistere.

Funzionari giamaicani hanno precedentemente affermato che il governo sta esaminando il processo di riforma della costituzione per diventare una repubblica. Gli esperti affermano che il processo potrebbe richiedere anni e richiedere un referendum.

Il governo giamaicano ha affermato che chiederà un risarcimento alla Gran Bretagna per aver costretto 600.000 africani a lavorare nelle piantagioni di canna da zucchero e banane, cosa che l’anno scorso ha creato una fortuna per gli schiavisti britannici.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Report di Kate Chappell a Kingston e Brian Ellsworth a Miami; Montaggio di Bill Berkrod e Muralikumar Anandaraman

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.