Il ministero della Difesa russo offre il primo importante aggiornamento sulle vittime militari dal 2 marzo

Il consigliere del governo ucraino ha emesso una nota interessante descrivendo i recenti attacchi nella regione intorno a Kiev.

“Stiamo lanciando un contrattacco. Stiamo facendo progressi”, ha detto alla televisione ucraina Vadim Denisenko, consigliere del ministro degli interni.

La CNN aveva precedentemente riferito che le forze ucraine avevano riconquistato l’area intorno al piccolo insediamento di Lukyanovka, a circa 55 chilometri (circa 34 miglia) a est della capitale. I social media terrestri della CNN hanno ritratto le conseguenze dei pesanti combattimenti che hanno avuto luogo lì.

Nell’immediato nord-ovest di Kiev, il sindaco di Irfin ha detto alla Galileus Web che l’80% della città era controllata dall’esercito ucraino, ma che era ancora sotto il fuoco costante dei razzi russi.

“Battaglie molto intense si sono svolte vicino a Parishivka [to the east]Pucha, Hostomel e Irbin [all to the northwest]. Siamo stati in grado di recuperare molto “, ha affermato Denisenko.

Le linee difensive sono state mantenute e sono stati effettuati contrattacchi.

“Dodici carri armati, diversi aerei, più di 10 veicoli blindati e almeno 300 persone sono state distrutte nelle ultime 24 ore”, ha detto.

Allo stesso tempo, Denisenko ha annunciato altri attacchi aerei russi vicino a Vasilkiv, 30 chilometri (circa 18 miglia) a sud della capitale, e Pila Sergwa, a 70 chilometri (circa 43 miglia).

Secondo le forze armate ucraine, la risposta della Russia alle vittime russe è di continuare a costruire truppe nella vicina Bielorussia.

READ  Il governatore della Florida ha firmato un disegno di legge che limita l'istruzione LGBTQ nelle scuole