Graham chiede alla Corte Suprema di intervenire dopo la sentenza elettorale

COLUMBIA, SC (AP) — Sen. Lindsey Graham venerdì ha chiesto alla Corte Suprema degli Stati Uniti Intervenire dopo la testimonianza degli ordini del tribunale di grado inferiore Davanti a una giuria speciale che indagava se l’allora presidente Donald Trump e altri avessero tentato illegalmente di influenzare le elezioni del 2020 in Georgia.

Negli atti giudiziari, gli avvocati di Graham, uno dei principali alleati di Trump, hanno cercato di bloccare la sua potenziale testimonianza mentre continuano a fare appello contro un’ingiunzione per farlo comparire davanti a un gran giurì speciale della contea di Fulton.

L’ufficio di Graham ha descritto il deposito del repubblicano della Carolina del Sud come uno sforzo per “proteggere la Costituzione e gli interessi istituzionali del Senato”. La sentenza della corte di grado inferiore affermava che l’ufficio di Graham avrebbe “pregiudicato in modo significativo la capacità dei senatori di raccogliere informazioni in relazione allo svolgimento del proprio lavoro”.

L’azione legale è l’ultima nella lotta in corso di Graham Per impedire la sua testimonianza in un caso che coinvolge soci e collaboratori dell’ex presidente. Alcuni sono già comparsi davanti a un gran giurì speciale, tra cui l’ex sindaco di New York e avvocato di Trump Rudy Giuliani. – L’udienza ha detto che potrebbe affrontare accuse penali – Avvocato John Eastman e Kenneth Chesbro e l’ex consigliere della Casa Bianca Pat Cipollone.

Sono stati depositati documenti per chiedere la testimonianza di altri, incluso l’ex capo di gabinetto della Casa Bianca Mark MeadowsL’ex consigliere per la sicurezza nazionale Michael Flynn e l’ex presidente della Camera degli Stati Uniti Newt Gingrich.

Graham, un senatore per quattro mandati che ha vinto la rielezione nel 2020, è stato citato in giudizio per la prima volta a luglio. Il procuratore distrettuale della contea di Fulton Fannie Willis ha aperto le sue indagini poco dopo che una registrazione del gennaio 2021 di una telefonata tra Trump e il Segretario di Stato della Georgia Brad Raffensberger è stata resa pubblica. In quella telefonata, Trump ha suggerito che Raffensberger potrebbe “trovare” i voti necessari per superare la sua stretta perdita contro il democratico Joe Biden.

READ  Recente guerra Russia-Ucraina e notizie Zhelensky: annunci in diretta

Willis vuole interrogare Graham su due telefonate che ha fatto a Raffensberger e al suo staff nelle settimane successive alle elezioni.

Durante quelle telefonate, Graham “ha raccontato alcune schede elettorali per assenze espresse in Georgia per esplorare la possibilità di un risultato più favorevole all’ex presidente Donald Trump”, ha scritto Willis in una mozione cercando di convincere la sua testimonianza.

Graham “ha fatto riferimento alle accuse di diffusa frode elettorale nelle elezioni del novembre 2020 in Georgia, coerenti con le dichiarazioni pubbliche rilasciate da noti affiliati alla campagna di Trump”, ha scritto. All’udienza del mese scorso, Graham ha affermato che potrebbe fornire informazioni sulla portata degli sforzi concertati per influenzare i risultati.

Raffensberger ha detto di aver preso la domanda di Graham sulle schede per assente come un suggerimento per eliminare le schede elettorali legalmente. Graham ha respinto quella spiegazione come “ridicola”. Graham ha anche affermato che la chiamata era protetta perché stava ponendo domande per informare le elezioni del 2020 e le sue decisioni sul voto per certificare la legislazione futura.

Graham ha impugnato la sua citazione in un tribunale federale, ma un giudice si è rifiutato di respingerla. Graham ha fatto appello all’11a Corte d’Appello del Circuito degli Stati Uniti e giovedì una giuria di tre giudici si è pronunciata a favore di Willis. Graham può appellarsi in tribunale.

Gli avvocati di Graham hanno sostenuto che la clausola del discorso o del dibattito della CostituzioneProtegge i membri del Congresso dal dover rispondere a domande sulle attività legislative e dal testimoniare.

Graham era rappresentato dall’ex consigliere della Casa Bianca Don McCann, che è coinvolto in una lunga battaglia giudiziaria per una citazione in giudizio del Congresso per la propria testimonianza relativa all’indagine del consigliere speciale Robert Mueller sull’interferenza russa nelle elezioni del 2016. Dopo anni di avanti e indietro, le due parti hanno raggiunto un accordo e McCann ha risposto alle domande degli investigatori in una sessione privata.

READ  Biden ha un grosso problema con il petrolio. Ecco cosa devi sapere sull'ultima decisione dell'OPEC+.

Il deposito di Graham venerdì è stato inviato al giudice Clarence Thomas, che gestisce gli appelli di emergenza dalla Georgia e da diversi stati del sud. Thomas può agire da solo o deferire la questione all’intera corte.

Gli avvocati di Trump hanno recentemente presentato una petizione alla Corte Suprema contro Thomas, chiedendo alla Corte Suprema di avviare una battaglia legale sui documenti riservati sequestrati durante un raid dell’FBI nella tenuta di Trump in Florida.

Il 6 gennaio 2021, Thomas, l’unico membro della corte a votare contro il permesso alla commissione della Camera che indaga sulle rivolte del Campidoglio di ottenere i documenti di Trump, era già stato esaminato per aver votato in un altro caso di dossier Trump. Archivi nazionali e amministrazione dei registri.

La moglie di Thomas, Virginia “Ginny” ThomasAttivista conservatore e convinto sostenitore di Trump, ha partecipato alla manifestazione “Stop the Steel” del 6 gennaio all’Oval e nelle settimane successive alle elezioni ha scritto a Meadows incoraggiandolo a ribaltare la vittoria di Biden e mantenere Trump in carica.

Ha anche contattato i legislatori in Arizona e Wisconsin Nelle settimane successive alle elezioni, non è emersa alcuna prova che avesse contattato funzionari della Georgia. Thomas è stato recentemente intervistato dal Comitato della Camera che indaga sui disordini del 6 gennaio e ha sostenuto la falsa affermazione. La frode nelle elezioni del 2020 ha spinto numerosi funzionari federali e locali, un lungo elenco di tribunali, ex membri dello staff di alto rango della campagna elettorale e persino lo stesso procuratore generale di Trump a dire che non ci sono prove di una massiccia frode.

___

Meg Kinnard è raggiungibile all’indirizzo http://twitter.com/MegKinnardAP

READ  Prime fotografie dal telescopio spaziale James Webb

___

Mark Sherman a Washington ha contribuito a questo rapporto.