Fatto in 9 minuti: come si è svolta la rapina d’oro celtica in Germania

BERLINO (AP) – I ladri hanno fatto irruzione in un museo della Germania meridionale e hanno rubato centinaia di antiche monete d’oro senza dare l’allarme e sono entrati e usciti entro nove minuti, hanno detto le autorità mercoledì.

La polizia ha lanciato una caccia all’uomo internazionale per i ladri e il loro bottino, che include 483 monete celtiche e un pezzo di oro grezzo trovato durante gli scavi archeologici nei pressi dell’attuale città di Munching nel 1999.

Guido Limmer, vice capo dell’ufficio della polizia criminale statale della Baviera, ha descritto come i cavi sono stati tagliati in un centro di telecomunicazioni a un chilometro (meno di un miglio) dal Museo celtico e romano di Mönching all’1:17 (0017 GMT) di martedì. , abbattendo le reti di comunicazione nella regione.

Limmer ha detto che i sistemi di sicurezza del museo hanno registrato l’apertura di una porta all’1:26 e la partenza dei ladri all’1:35. È stato in quei nove minuti che i criminali devono aver rotto una teca e portato via il tesoro.

Limmer ha detto che c’erano “paralleli” tra la rapina a Münching e il furto di gioielli preziosi a Dresda. e una grossa moneta d’oro a Berlino In anni recenti. Entrambi sono accusati di far parte di una famiglia criminale di Berlino.

“Non possiamo dire se c’è un collegamento”, ha aggiunto. “Solo questo: siamo in contatto con i colleghi per indagare su tutte le possibili angolazioni”.

Markus Blum, ministro della Scienza e delle arti della Baviera, ha affermato che le prove indicano il lavoro di professionisti.

“È chiaro che non entri semplicemente in un museo e porti con te questo tesoro”, ha detto all’emittente pubblica BR. “È molto sicuro e c’è il dubbio che abbiamo a che fare con un caso di criminalità organizzata”.

READ  Iga Sviatech vince l'Open di Francia, Koko Kauf primeggia nella finale femminile

Tuttavia, i funzionari hanno ammesso che il museo non è presidiato durante la notte.

Rupert Gebhardt, capo della Collezione archeologica statale bavarese di Monaco, ha considerato un sistema di allarme per fornire una protezione adeguata.

Gebhardt ha affermato che il tesoro è stato di grande valore per la comunità locale di Mönchengladbach e per gli archeologi di tutta Europa.

AVANTI CRISTO Ha detto che le monete a forma di scodella, risalenti al 100 d.C., sono state realizzate con l’oro del fiume boemo e hanno mostrato come l’insediamento celtico di Manching fosse collegato al resto dell’Europa.

Gebhardt ha stimato il valore del tesoro in circa 1,6 milioni di euro ($ 1,65 milioni).

“Gli archeologi ritengono che le monete siano nel loro stato originale e riappariranno a un certo punto”, ha detto, aggiungendo che sono ben documentate e difficili da vendere.

“L’opzione peggiore, una fusione, significherebbe una perdita totale per noi”, ha detto, aggiungendo che il valore materiale dell’oro agli attuali prezzi di mercato sarebbe solo di circa 250.000 euro.

Gebhardt ha detto che le dimensioni del carro armato suggerivano che avrebbe potuto essere “una cassa da guerra di un capo tribù”. È stato trovato all’interno di un sacco sepolto sotto le fondamenta di un edificio ed è la più grande scoperta del genere fatta durante uno scavo archeologico di routine in Germania nel XX secolo.

Il vice capo della polizia Limmer ha detto che l’Interpol e l’Europol erano già stati allertati del furto di monete e un’unità investigativa speciale di 20 uomini, nome in codice “oppidum”, la parola latina per l’insediamento celtico, era stata istituita per rintracciare i colpevoli. .

READ  I federali hanno sequestrato i documenti di Mar-a-Lago con una citazione del gran giurì a giugno