Dow, S&P 500 destinato a rimbalzare dopo la chiusura al livello più basso post-2020; I futures Dow sono aumentati di oltre 200 punti

Martedì i futures su azioni sono aumentati mentre il Dow Jones Industrial Average e l’S&P 500 hanno cercato di recuperare dalle loro chiusure più basse in quasi due anni.

La media industriale del Dow Jones è avanzata di 232 punti, ovvero dello 0,8%. I futures S&P 500 sono aumentati dell’1%, mentre i futures Nasdaq 100 sono aumentati dell’1,4%.

La sterlina britannica è salita al rialzo dopo essere scesa al minimo storico nei confronti del dollaro all’inizio della settimana. La sterlina è stata scambiata in rialzo dell’1% a $ 1,087 per dollaro dopo aver raggiunto il massimo storico di $ 1,0382.

Anche i rendimenti dei Treasury hanno superato i loro massimi, aumentando il sentiment. Il rendimento del benchmark a 10 anni è sceso di quasi 5 punti base al 3,823%.

Il presidente della Federal Reserve di Chicago Charles Evans Si sentiva una specie di paura Sulla banca centrale che alza i tassi troppo rapidamente per combattere l’inflazione.

Lo spostamento nel futuro viene dopo Le azioni perdono per cinque giorni consecutivi, l’S&P 500 chiude al livello più basso dal 2020. Lunedì il Dow è sceso di oltre 300 punti, mettendolo in un mercato ribassista dopo essere sceso di oltre il 20% dal suo massimo storico. Anche la media di 30 azioni ha registrato la sua chiusura più bassa dalla fine del 2020.

Il sell-off degli indicatori tecnici è storico. Secondo Bespoke Investment Group, la linea di declino a 10 giorni per l’S&P 500 è al livello più basso, il che significa che l’ampiezza del mercato è al suo peggio in almeno 32 anni.

READ  Il giudice ha stabilito che le elezioni del Senato della Georgia potrebbero tenersi sabato 26 novembre

L’ultimo giro di vendite sembra avere diversi catalizzatori, tra cui un’aggressiva Federal Reserve e tassi di interesse in aumento. lunedì, il La sterlina britannica è scesa al minimo storico Contro il dollaro, ciò ha preoccupato gli investitori su entrambe le sponde dell’Atlantico.

“In genere, gli investitori statunitensi non si preoccupano troppo di questo genere di cose, soprattutto negli ultimi tempi. Quindi questo mi dice che questa paura sta attanagliando gli investitori più che mai. Questo porterà a un momento di capitolazione in cui siamo davvero al punto in basso”, ha affermato Max Gokhman, CIO di AlphaTrAI.

Martedì, gli investitori riceveranno una serie di nuovi dati economici, tra cui la fiducia dei consumatori di settembre, gli ordini di beni durevoli di agosto e i prezzi delle case di luglio. Wall Street è sempre più preoccupata che la corsa all’inflazione di sei mesi della banca centrale possa spingere l’economia in recessione.