Doug Mastriano b. Il successo può dare al 2020 la supervisione della negazione del 2024

Segnaposto quando vengono caricate le azioni dell’articolo

In qualità di senatore dello stato della Pennsylvania e candidato al governatore, Doug Mastriano ha accusato Donald Trump di frode diffusa, ritenendolo responsabile della sconfitta del 2020.

Ha promesso di interrompere le macchine elettorali nei distretti in cui sospetta che i risultati delle votazioni siano stati truccati.

Ha sottolineato che il legislatore controllato dai repubblicani dovrebbe avere il diritto di controllare tutte le principali elezioni che inviano le elezioni presidenziali a Washington.

Come governatore, Mastriano avrà l’opportunità non solo di parlare ma anche di agire. Il 58enne riconosciuto da Trump, che martedì ha vinto la nomina repubblicana a governatore, avrà un’influenza significativa nell’amministrazione delle elezioni statali di guerra se vincerà a novembre. Concorrenza.

Le decisioni devono essere firmate dal Governatore in quanto ha poteri straordinari di nominare direttamente il Segretario di Stato per ricoprire il ruolo di Capo dell’Ufficio elettorale. Se lui o lei rifiuta, la confusione può continuare.

“Il rischio più grande è che un Segretario di Stato dica: ‘Non testimonierò alle elezioni, qualunque cosa dica la corte, qualunque siano le prove, perché sono scettico’”, ha detto Clifford Levine. Avvocato elettorale democratico in Pennsylvania. “Inizierai ad abbattere il sistema legale e l’intero processo”.

I tifosi di Mastriano conoscono bene le condivisioni. Un video pubblicato su Telegram martedì dall’attivista dell’opposizione alla vittoria di Mastriano, Ivan Reiklin, mostrava il candidato sorridente mentre si congratulava con il Reiklin per la sua vittoria, e i “20 voti elettorali” indicano l’influenza dello stato. Al Collegio Elettorale.

“Oh sì,” rispose Mastriano.

Mastriano non ha risposto a un messaggio vocale o e-mail inviato a un account di campagna per i media.

Ma l’ex consigliere di Trump, Stephen K. Mastriano, che ora gestisce il popolare podcast sulla destra, ha già selezionato la persona che nominerà segretario di Stato se eletto.

“Per quanto riguarda la pulizia delle elezioni, sono in una buona posizione come governatore”, ha detto. Apparso il 23 aprile Sul podcast “War Room” di Bannon. “Ho una persona orientata alla riforma degli elettori che ha viaggiato in tutto il paese ed è esperta nella riforma del voto. Quella persona ha accettato di essere il mio segretario di stato.

Prevede inoltre di ispezionare le macchine per il voto in diversi distretti della Pennsylvania, un potere conferito al Segretario di Stato dalla legge statale. “Questo sarà un grosso problema per me”, ha detto.

Eccitato dall’approvazione tardiva di Trump sabato, Mastriano ha sconfitto altri otto candidati per la nomina repubblicana, tra cui il colonnello dell’esercito in pensione e il primo senatore dello stato eletto ed ex membro del Congresso Lou Barletta nel 2019.

READ  Processo a Michael Sussman: l'ex testimonianza ufficiale dell'FBI rafforza il caso di Durham contro l'avvocato della campagna elettorale di Clinton

Qualcuno che conosce il pensiero di Trump ha detto che ha deciso di sostenere Mastriano perché credeva che avrebbe vinto martedì e voleva vincere in Pennsylvania martedì. “Blocca le sue sfide”, ha detto questa persona. Come gli altri intervistati per questo rapporto, hanno parlato in modo anonimo per discutere discussioni personali.

Altri consiglieri hanno sostenuto che alcuni candidati, come Barletta, gli erano stati fedeli per anni, ma Trump ha respinto queste argomentazioni.

A volte, Trump era arrabbiato con Mastriano, hanno detto due ex consiglieri, perché il senatore dello stato non è stato in grado di premere il grilletto per aiutare Trump a sconfiggere le elezioni presidenziali del 2020. Ma Mastriano era in contatto con Trump ed era disposto a parlare di frode elettorale quando altri volevano andare avanti, hanno detto due di loro.

Poco dopo che Trump ha pubblicizzato il suo sostegno, sabato Mastriano ha detto a Bonan di aver visto l’approvazione come una “prova”.

“Il presidente Trump è leale a coloro che difendono la verità e si sforza di combattere per l’unità dell’elettorato nel nostro stato”, ha affermato.

Mastriano era una figura chiave nel movimento “Stop the Steel” della Pennsylvania, che sosteneva falsamente che la vittoria del presidente Biden nello stato con più di 80.000 voti fosse il risultato di una diffusa frode.

Nelle settimane successive alle elezioni del novembre 2020, Mastriano ha organizzato un’audizione pubblica a Gettysburg con l’allora avvocato di Trump Rudy Giuliani e ha assistito all’audit off-the-book delle macchine elettorali nella contea rurale della Pennsylvania finanziata dagli alleati di Trump.

Era come questa cosa maleducata ‘: con quanta tranquillità è iniziata in Pennsylvania la spinta degli alleati di Trump per minare l’esito del 2020 tramite le revisioni delle schede elettorali

Sebbene le sfide alla vittoria di Biden siano state respinte dai tribunali statali e federali, Mastriano ha proposto una risoluzione che dichiarasse discutibili i risultati elettorali dello stato e consentisse al legislatore statale controllato dai repubblicani di nominare elezioni presidenziali. Il 28 novembre 2020, ha detto a Banerjee che l’obiettivo era “riaffermare il nostro potere di eleggere il presidente”.

Ha affermato che l’Assemblea generale della Pennsylvania si è “arresa al voto popolare” e ha sottolineato che la Costituzione consente al legislatore di “riaffermare le nostre prerogative come Assemblea generale e di monitorare l’elettorato andando dalla persona giusta”.

gen. Il 6 maggio 2021 Mastriano si è recato a Washington per una manifestazione a sostegno di Trump. I video lo mostrano tra la folla che si dirige verso il Campidoglio mentre qualcuno rimuove la rastrelliera per biciclette che blocca il marciapiede. Ha lasciato la scena quando è diventato chiaro che rispettava le tasse della polizia e che l’evento non era più pacifico e non entrava nel Campidoglio.

READ  La Russia potrebbe essere in Ucraina dopo 100 giorni di guerra

I principali candidati del GOP della Pennsylvania erano a Washington il 6 gennaio

Dalle elezioni del 2020, Mastriano ha proposto una serie di azioni al Senato della Pennsylvania che rimodelleranno drasticamente le elezioni statali.

Lui Proposto Gli osservatori elettorali stanno imponendo nuove multe al personale elettorale che rimuove i requisiti di residenza nei distretti in cui sono inviati a monitorare e impediscono l’accesso agli osservatori elettorali. Ha dichiarato di opporsi a qualsiasi voto per corrispondenza. E lui Proposto Il disegno di legge eliminerebbe il potere di sovrintendere alle elezioni al Segretario di Stato ed estenderebbe i poteri dell’Assemblea Generale a una nuova Commissione elettorale con membri nominati sia dal Governatore che dal legislatore.

La Pennsylvania è uno dei tre stati in cui il governatore nomina direttamente il più alto funzionario elettorale dello stato, come è ora la legge.

La firma del certificato ufficiale dei voti del collegio elettorale è una funzione importante che il Governatore stesso svolge e non è chiaro quale sarà la via disponibile se il Governatore si rifiuta di farlo. “È fonte di confusione”, ha affermato Jennifer Morel, ex amministratore elettorale e partner della società di consulenza della Commissione elettorale. “Ci troveremo nella stessa situazione pericolosa del 6 gennaio”. In Pennsylvania, le decisioni operative per lo svolgimento delle elezioni vengono prese a livello locale. Morel ha affermato che il Segretario di Stato può fornire linee guida ma ha un’autorità limitata per applicarle, il che metterebbe alla prova la capacità di un dissidente di gestire il sistema.

Ma ha detto che un incaricato che ha accettato i principi della cospirazione elettorale potrebbe usare questa posizione per propagare affermazioni che, anche se false, eroderebbero la fiducia del pubblico nel sistema.

Durante il dibattito del governatore ad aprile, Mastriano ha detto che avrebbe nominato un segretario di Stato, che secondo gli esperti violerebbe la legge federale se tutti gli elettori dello stato rinnovassero la loro registrazione per qualificarsi per le future elezioni.

“Ho visto elezioni migliori in Afghanistan che in Pennsylvania”, ha detto Mastriano.

Il procuratore generale della Pennsylvania Josh Shapiro, candidato presidenziale democratico, gen. 6, individuando che la retorica di Mastriano sull’elezione e la presenza in DC nel 2021 sarà centrale nella sua argomentazione secondo cui Mastriano è troppo radicale per lo stato oscillante.

READ  Nonostante la mancanza di sintomi, il governo entra in blocco a Shanghai

“Quando i repubblicani di Harrisburg hanno cercato di minare la nostra elezione, li ho portati in tribunale per difendere la nostra democrazia. Il mio avversario è rimasto a guardare e ha compiuto i suoi attacchi e ha partecipato alla rivolta del 6 gennaio”, ha twittato mercoledì.

Sebbene Trump possa ora aggiungere Mastriano al prezioso numero delle sue primarie di successo, l’approvazione è arrivata troppo tardi e, poiché Mastriano era già in prima linea nei sondaggi, non è stata considerata decisiva.

“L’intervento di Trump ha tagliato il traguardo prima della marcia”, ha affermato Matt Brouillette, CEO di Commonwealth Partners, un gruppo pro-business che ha risposto all’approvazione di Trump da parte di Mastriano. E marcia dietro Barletta. “Se Doug perde a novembre, Trump avrà effettivamente di più”.

Alcuni repubblicani hanno espresso preoccupazione per il fatto che l’obiettivo unico di Mastriano nel 2020 possa paralizzare gli elettori che credono nel sistema di vittoria di Biden o sono più interessati a guardare al futuro.

David Urban, consigliere di Trump di lunga data, ha affermato che sarebbe difficile vincere le elezioni generali in Pennsylvania. Urban ha detto che Mastriano dovrebbe moderare il suo messaggio e che non sapeva che fosse possibile.

“Nelle elezioni generali, le persone devono moderare il loro messaggio e tornare a essere neutrali. Se lo fa, sarà un candidato di successo. Se non vuole farlo, non sarà un candidato valido “, ha detto.

Dave Paul, capo del GOP della contea di Washington, ha convenuto che Mastriano dovrebbe andare oltre la sua base. Durante le primarie, Mastriano ha concentrato sul suo campo la sua posizione sulle elezioni del 2020. “È tutta la sua campagna”, ha detto Paul.

Ma Mastriano ha detto che aveva bisogno di costruire un’alleanza più ampia e un’agenda per vincere a novembre. “Dovrebbe fare appello agli indipendenti e ai repubblicani moderati e tutto il resto”, ha detto Paul. “Per quanto abbiamo visto, è uno stratagemma. Deve rinominarsi.

Chi conosce bene Mastriano dice che difficilmente si sottrarrà alle sue promesse di cambiare le elezioni. Il rappresentante statale Aaron Bernstein, alleato di Mastriano a Harrisburg, ha detto che gli elettori possono aspettarsi che Mastriano governi mentre faceva campagna.

“Le cose di cui parla sono le cose che vuole fare come governatore”, ha detto Bernstein. “Se le persone ti dicono cosa faranno, ho sempre avuto la premessa di base per fidarmi di loro”.