Credit Suisse riacquisterà 3 miliardi di dollari in obbligazioni

Un cartello è appeso all’ingresso di una filiale di Credit Suisse Group AG a Zurigo, Svizzera, domenica 25 settembre 2022. Da inizio anno l’inflazione in Svizzera è raddoppiata. Il segretario di Stato per gli affari economici si aspetta che arrivi. Un massimo da tre decenni del 3% nel 2022. Fotografo: Pascal Mora/Bloomberg tramite Getty Images

Bloomberg | Bloomberg | Belle foto

La banca in difficoltà Credit Suisse si è offerta di riacquistare 3 miliardi di franchi svizzeri ($ 3,03 miliardi) in obbligazioni venerdì, poiché ha dovuto affrontare un prezzo delle azioni in calo e un aumento delle scommesse contro il suo debito.

Secondo quanto riportato giovedì, l’istituto di credito svizzero starebbe anche cercando di vendere il suo iconico Savoy Hotel nel distretto finanziario di Zurigo, suscitando la speculazione del mercato secondo cui potrebbe stimolare la liquidità.

In una dichiarazione di venerdì in merito all’offerta di riacquisto di obbligazioni, Credit Suisse ha dichiarato: “Le transazioni sono coerenti con il nostro approccio proattivo alla gestione del nostro mix complessivo di passività e all’ottimizzazione degli interessi passivi e ci consentono di sfruttare le condizioni di mercato per rifinanziare il debito a tassi interessanti .”

Arriva dopo che le azioni di Credit Suisse hanno toccato per breve tempo un minimo storico all’inizio di questa settimana e gli swap di inadempienza del debito hanno raggiunto un livello record in mezzo al nervosismo del mercato sul suo futuro.

Un prestatore bloccato Intraprende una massiccia revisione strategica Dopo vari scandali sotto un nuovo amministratore delegato Fallimenti nella gestione del rischioe fornirà un aggiornamento sui progressi con i suoi guadagni trimestrali il 27 ottobre.

READ  Risultati UFC 276, highlights: Israele Adesanya supera Jared Cannonier mantenendo la corona dei pesi medi

La vendita di 5 miliardi di dollari della banca all’hedge fund Archegos nel marzo 2021 è stata il più costoso degli scandali esposti. Credit Suisse ha riorganizzato il suo team di gestione, interrotto i riacquisti di azioni e tagliato il dividendo per migliorare le sue prospettive future.

Giovedì le azioni hanno chiuso a 4,22 franchi svizzeri. Sono in calo di oltre il 50% da inizio anno.

Venerdì, la banca ha annunciato un’offerta pubblica di acquisto out-of-the-money di otto obbligazioni senior denominate in euro o sterline per un valore di 1 miliardo di euro (980 milioni di dollari), oltre a 12 obbligazioni per un valore di 2 miliardi di dollari. Le offerte sulle obbligazioni scadranno rispettivamente il 3 novembre e il 10 novembre.

Questo è un messaggio importante e verrà aggiornato a breve.