Broncos vs. Punteggio Chargers, takeaway: Dustin Hopkins che sfida gli infortuni a piedi FG solleva LA Denver

Ci è voluto quasi un quarto in più, ma lunedì sera i Chargers hanno battuto i Broncos, rivali dell’AFC West. Nessuno dei due club ha avuto molto successo con la palla in mano sotto le luci, con Justin Herbert che ha lanciato quasi 60 volte e Russell Wilson che ha lottato per collegare il campo dopo il suo ottimo inizio con Denver. Alla fine, però, la squadra di Brandon Staley ha avuto la meglio su Nathaniel Hackett, regalando a Los Angeles la palla nel profondo territorio dei Broncos. Il kicker Dustin Hopkins ha siglato l’accordo, calciando un field goal di 39 yard nella vittoria per 19-16 dei Chargers, anche dopo aver aggravato l’infortunio al suo primo calcio della notte.

Entrambe le squadre sono entrate in prima serata con importanti punti interrogativi. Denver ha lottato per stabilire un ritmo offensivo nonostante la tanto attesa collaborazione Wilson-Hockett, perdendo la star del running back Javonte Williams a causa di un infortunio di fine stagione nella settimana 4. Wilson ha iniziato la partita di lunedì. 10 su 10, poi riappare.

I Chargers, nel frattempo, non sono riusciti a mettere a segno un gioco difensivo coerente nonostante Staley provenisse da quel lato della palla. I loro sforzi sono migliorati contro Denver, anche se Joey Bosa è stato messo da parte per un infortunio, ma JC ha aperto la strada all’intervallo dopo aver ceduto diversi tiri profondi di Wilson.

Ecco alcuni suggerimenti aggiuntivi dallo scontro AFC West di lunedì sera:

Perché i Chargers hanno vinto

Dustin Hopkins. Bene, c’era di più, ma nessuno merita più credito del kicker veterano che ha subito un infortunio al tendine del ginocchio nella settimana 5, ha aggravato quell’infortunio al suo primo punto extra della notte e poi è arrivato 4. -4 sui field goal, compreso un 39-yarder per dare ai Chargers il loro primo e ultimo vantaggio. Era chiaramente dolorante, ma ha consegnato.

READ  La FAA deve apportare modifiche al sito di lancio del Texas prima delle versioni future di SpaceX

Justin Herbert ha elogiato Hopkins per essere stata un’ultima serie ragionevole, sebbene il quarterback fosse più irregolare e irregolare del solito, in un piano di gioco apparentemente conservatore e senza diversi titolari chiave, vale a dire il ricevitore Keenan Allen e il centro Corey Linsley. Austin Ekeler, nonostante sia stato imbottigliato per tutta la notte, è servito almeno come sbocco costante, registrando 10 catture per aiutare a spostare la palla su schiacciate e schiacciate.

La difesa è stata ancora migliore, trasformandosi nell’uscita più impressionante dell’anno contro una squadra dei Broncos che si è rivelata bloccata nel fango. L’unità ha perso un totale di sette contrasti mentre esercitava Wilson su diversi key down, costringendo il linebacker Drew Tranquil a armeggiare intoccabile in un blitz del quarto quarto. Sono arrivate anche squadre speciali, con Ja’Zar Taylor che ha intelligentemente costretto il teamer speciale dei Broncos PJ Locke a entrare nel suo quarterback, Montrell Washington; Il gioco ha costretto un intercetto per impostare il drive finale dei Chargers nel territorio di Denver.

Perché i Broncos hanno perso

Sarebbe facile adattarlo a Washington. Se non di più dall’offesa di Hackett. Wilson ha trascorso un anno più a suo agio fuori dal cancello, prendendo tiri in campo mentre si muoveva, ma i palloni profondi di KJ Hamler – o se è per questo – sono stati di breve durata. Tra le 10 penalità, Denver è andato 4 su 14 al terzo down, incapace di coinvolgere Cortland Sutton o Jerry Judy quando contava. Non ha aiutato il fatto che Wilson avesse poco tempo per lanciare o toccare la palla a lungo alla fine della gara, o che Mike Boon Hackett, che sembrava il terzino sinistro più dinamico per sostituire Javonte Williams, fosse usato raramente.

READ  Lo Starliner di Boeing è atterrato per la prima volta sulla Stazione Spaziale Internazionale

È un peccato che Denver non sia riuscita a muovere di nuovo la palla e/o finire i drive dopo un inizio promettente, poiché la difesa della squadra ha minacciato di vincere la partita. Con sei sack, nove deviazioni di passaggio e una prestazione strepitosa per il cornerback Patrick Surtain II, che ha effettivamente cancellato Mike Williams dal mirino di Herbert, la “D” di Denver ha potuto solo guardare mentre il tempo scadeva. T posiziona i punti sul tabellone.

punto di svolta

Senza dubbio Ja’Zar Taylor ha bloccato il suo uomo all’interno di Montrell Washington al ritorno del punt OT. Ma si potrebbe anche dire che il vincitore del gioco da 39 yard di Hopkins è arrivato quando Herbert è cambiato fuori dalla tasca per uno strike da nove yard a Mike Williams. Herbert, ancora una volta, non ha passato una bella serata, soprattutto dopo aver avuto il controllo per oltre 10 minuti, venendo eliminato dal barone Browning. Ma ha segnato negli ultimi minuti di OT, ed è tutto ciò che conta.

Gioco del gioco

È di nuovo Taylor. Dai un po’ di credito alla squadra speciale! Se gli arbitri avessero esaminato uno dei pochi goal in campo di Mike Williams, in cui si è sdraiato e si è avvicinato al limite di due piedi mentre scendeva il campo, sarebbe stato il momento clou della serata. Ma la consapevolezza di Taylor è stata la chiave per fermare un giocatore dei Broncos con un punt a manicotto.

Qual è il prossimo

I Broncos (2-4) tornano a casa nella settimana 7 per un incontro con gli infuocati Jets (4-2), che domenica hanno sconvolto i Packers a Green Bay. I Chargers (4-2), intanto, rimarranno a Los Angeles per ospitare i Seahawks (3-3), che hanno battuto i rivali Cardinals rimanendo in parità nella NFC West.

READ  Il Dow Jones cade mentre le richieste di sussidio di disoccupazione salgono; Resoconto dei principali lavori in coperta