Global Champions Tour: Strapotere di Ben Maher, scalata di Alberto Zorzi

Ben Maher on Explosion W ph.Stefano Grasso/LGCT

 

Alberto Zorzi è secondo solo a Ben Maher. Questo l’esito del Gran Premio Longines Global Champions Tour Roma che ha eletto vincitore il fuoriclasse britannico, autore della sua terza vittoria nella stagione LGCT 2018 (dopo Madrid e Ramatuelle/Saint Tropez), nonché del 19° successo della Gran Bretagna, nei 13 anni del circuito.

Ben Maher, in sella a Explosion W, è stato il migliore dei 5 binomi che hanno avuto accesso al barrage: 37”45 il tempo necessario per relegare lo svedese Henrik von Eckermann (Cantinero, 38”32) in seconda piazza. Consolazione per lui, la qualifica per il LGCT Super Grand Prix ai GC Playoffs di Praga (13/16 dicembre).

Terzo, il belga Jos Verlooy su Caracas  (38”85).

Podio sfumato per l’irlandese Michael G Duffy su Castlefield Rubinus (39”68).

Un errore ha, invece, compromesso il rientro in campo del primo aviere Lorenzo De Luca e del suo stallone Halifax van het Kluizebos, ma con il cronometro fermo su 69”48 il nostro azzurro è risultato il migliore dei non ammessi al barrage.

La tappa capitolina del Longines Global Champions Tour ha eletto, per il secondo anno consecutivo, il leader del circuito LGCT. L’anno scorso Harrie Smolders, quest’anno Ben Maher che, con la vittoria del GP, ha accumulato 284 punti ranking: numeri che lo rendono imbattibile, anche se manca la tappa di Doha alla fine del circuito. A Doha (8/10 novembre) spetterà di eleggere il secondo e il terzo gradino del podio. La sfida in corso è tra il 1° caporal maggiore Alberto Zorzi (237 punti, ottenuti grazie ai 17 accumulati oggi con il 20° posto, che, con lo scarto del peggior risultato – i 13 di Cannes – modificano di 4 punti la situazione precedente a Roma), l’olandese Harrie Smolders (234) e il tedesco Daniel Deusser (233).

Classifica Gran Premio

Fonte: CS Daniela Cursi (Press Office LGCT Roma)

- Partner -

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 6)

Lascia un commento...