Ci lascia una leggenda dell’equitazione

Hans Günter Winkler all’età di 91 anni ci ha lasciati.

Con lui scompare un mito dell’equitazione, noi vecchi abbiamo negli occhi quegli straordinari binomi: Piero D’Inzeo e The Rock, Raimondo D’Inzeo e Merano, Fritz Tiedeman e Meteor, Hans Günter Winkler e Halla.

Hans Günter Winkler ha partecipato alle olimpiadi di Stoccolma, Tokyo, Roma, Città del Messico, Monaco e Montreal, vincendo 7 medaglie di cui 5 ori.

Come racconta nel suo magnifico libro Umberto Martuscelli, Winkler  a Stoccolma fu protagonista  di un episodio quasi eroico, nella gara a squadre, durante il primo percorso, sbalzato di sella da una schienata poderosa della sua Halla, Hans ricade pesantemente in sella stirandosi l’inguine. Tutto farebbe pensare a un ritiro, ma il cavaliere in preda a dolori lancinanti compie il secondo percorso senza praticamente poter fare nulla e, affidandosi completamente alla sua cavalla, compie un percorso che ha del miracoloso. Halla, cavalla considerata estremamente difficile e di enorme sensibilità capisce tutto, come solo i cavalli sanno fare, e trasporta con una dolcezza per lei del tutto inusuale il suo cavaliere attraverso tutte le insidie del percorso, consentendo alla Germania di vincere la medaglia d’oro a squadre.

Ora Hans ha raggiunto la sua Halla e si ritrova con Raimondo, Piero e Fritz. Buona finale a quattro e grazie per tutto quello che ci avete regalato.

- Partner -

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 6)

Lascia un commento...