Coppa delle Nazioni Hagen: Italia Junior seconda, terzi gli Under 21

Arriva un bellissimo secondo posto per la squadra Junior azzurra nella Coppa delle nazioni di categoria che si è appena conclusa ad Hagen in Germania.

Il team agli ordini del capo equipe Stefano Scaccabarozzi e composto da Neri Pieraccini su Sorpresa della favorita (0/0); Elisa Ottobre su Cadanz (10/4), Alessandro Fontana su Corphina (4/12) e Francesco Correddu su Necofix (0/0), ha ultimato la gara con un totale di 8 penalità.

La gara è andata all’Olanda (4), mentre l’Italia ha lasciato alle sue spalle, al terzo posto il team di casa (9). Nove in tutto le rappresentative in campo.

Poco più tardi bella prestazione della squadra italiana Young rider, che sale sul terzo gradino del podio.

Il team azzurro Under 21 sempre agli ordini di Ct Scaccabarozzi e composto da Ignazio Uboldi su I Survive de Kaluri (5/4), Maddalena Arena su Windrose (5/4), Bianca Gresele su Amarillo (9/5) e Michele Previtali su Lucaine (5/4), ha chiuso la prova con un totale di 27 penalità, alle spalle della squadra di casa, vincitrice con 13 e del Belgio, secondo con 25.

Quello di oggi è stato un ottimo risultato per i nostri Juniores. Un secondo posto importante perché conseguito confrontandosi con 9 nazioni, molte delle quali schieravano la prima squadra. I nostri sono stati a un soffio dal disputare il barrage con l’Olanda per la vittoria, ma un errore di troppo ha precluso loro questa possibilità.

Il Capo Equipe Scaccabarozzi confessa un po’ di rammarico, perché la vittoria era alla portata della nostra squadra, chiede maggiore concentrazione ai ragazzi. “Con qualche imprecisione in meno – ha detto Scaccabarozzi – avremmo potuto vincere la Coppa”. Il Ct si dice comunque soddisfatto per aver constatato che i nostri Juniores sono competitivi rispetto a quelli delle altre migliori squadre, nota importante in prospettiva degli Europei.

Un percorso percorso “errorabile” con un tempo “stretto” ha fatto salire il numero delle penalità nella classifica della Coppa Young Rider. Gli unici che sembravano non risentire delle difficoltà sono stati i padroni di casa della Germania, che dopo aver chiuso la prima manche con una sola penalità per il tempo, ne hanno totalizzate 12 in seconda.

Un buon terzo posto della squadra italiana dietro al Belgio, anche se entrambe le squadre con un fardello pesante dì penalità. Pur complimentandosi con i ragazzi per come hanno affrontato le difficoltà del percorso i Tecnici Federali hanno richiesto maggiore precisione e attenzione nello svolgimento dei percorsi per puntare a colmare il divario che ci ha separato dalla Germania vincitrice.

Classifiche

(Nelle foto: sopra gli Junior azzurri secondi, mentre sotto il Team azzurro Under 21 terzo a Hagen)

- Partner -

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 6)

Lascia un commento...