Il Gran Premio di Arezzo porta la firma di Bruno Chimirri

Bruno Chimirri e Tower Mouche - Ph:AEC

Termina con lo stesso risultato dell’apertura il grande evento di scena all’Arezzo Equestrian Centre, con la vittoria del cavaliere azzurro anche nel Grand Prix CSI 4*, sempre in sella a Tower Mouche.

Seconda e terza posizione per l’irlandese Conor Swail e il polacco Krzysztof Ludwiczak, autori di percorsi magistrali; ottima prova anche per i tanti azzurri ammessi al barrage. Adesso l’appuntamento è con i Campionati Italiani assoluti seniores dal 12 al 15 aprile.

L’edizione 2018 di Toscana Tour si è chiusa con lo stesso risultato della prima domenica È stato il cavaliere del gruppo sportivo dei Carabinieri Bruno Chimirri, infatti, a trionfare nello spettacolare Gran Premio CSI quattro stelle “Cavalleria Toscana” di scena nell’arena Boccaccio, ottenendo così il secondo risultato di spicco delle quattro settimane di gara all’Arezzo Equestrian Centre. Una competizione tiratissima quella andata in scena domenica 8 aprile davanti al pubblico delle grandi occasioni, dove i 50 binomi al via sono stati messi a dura prova fin dall’inizio da un percorso molto tecnico realizzato dagli chef de piste Elio Travagliati, Paolo Rossato e Unni Gustafsson.

Bruno Chimirri ha ottenuto la vittoria in sella a Tower Muche (Diamant de Semilly x Bleau Blanc Rouge II), cavallo che gli ha regalato due prestazioni impeccabili chiudendo il barrage in 40.27 secondi e 0 penalità. “Sono felicissimo di questo risultato e l’impresa l’ha compiuta il mio cavallo – ha dichiarato il vincitore – il percorso base era veramente difficile e il livello degli altri cavalieri altissimo, era infatti prevista una gara molto competitiva. Il barrage è stato velocissimo, sono stato fortunato che tutti i dietro front sono venuti sulla prima distanza e quando è così bisogna avere il coraggio di prendere. È andata bene!”

Gara magistrale anche per gli avversari di Chimirri, tanto che il secondo e terzo posto è stato assegnato per estrazione dato che i tempi dei due contendenti sono risultati identici: ad ottenere quindi il piazzamento d’argento è stato il formidabile Conor Swail, vincitore del Gran Premio della seconda settimana, in sella a Domino van de Valhoeve (0/0 in 40.71) mentre il bronzo è andato a Krzysztof Ludwiczak e Stalando 2 (0/0 in 40.71). Ottime prestazioni anche per gli altri azzurri ammessi al barrage, vedi Luca Mariani in sesta posizione, Antonio Alfonso in settima e Massimo Grossato in ottava.

Il piccolo Gran Premio del Silver Tour è andato al francese Harold Boisset, fuoriclasse della categoria, che ha ottenuto il piazzamento migliore in sella a Quolita Z (0/0 in 36.35), seguito dalla tedesca Jana Wargers (Afrah 4) e dal belga Gauthier Mercenier (Berdina).

Lo spettacolo però non è finito ad Arezzo, dato che le strutture dell’Equestrian Centre ospiteranno dal 12 al 15 aprile i Campionati Italiani assoluti seniores dove verrà decretato il miglior azzurro del 2018. Dal 28 al 30 aprile, invece, è atteso un altro grande appuntamento con il Pony Master Show.

Fonte:CS Arezzo Equestrian Centre / Saverio Crestini

- Partner -

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 6)

Lascia un commento...