Iniziata la riqualificazione di Piazza di Siena

Ieri è stato presentato l’immenso progetto di riqualificazione di Piazza di Siena. Un prato verde, strutture meno invadenti e un ritorno agli antichi splendori i punti cardine dell’edizione 2018 del concorso romano.

Piazza di Siena 2018 in pillole:

  • Rinnovo degli allestimenti: Attraverso un attento studio volto ad alleggerire la presenza di strutture temporanee in corrispondenza con l’ovale, saranno valorizzati tutti gli aspetti che rendono Piazza di Siena un luogo unico al mondo.
  • Con il terreno di gara in erba, quest’anno il ‘colpo d’occhio’ di Piazza di Siena sarà particolarmente affascinante. I lavori sono partiti lo scorso autunno con la posa in opera di ben 770 rotoli di tappeto erboso. L’inerbimento del terreno è stato ottimale e l’ovale romano è quindi ora pronto per accogliere i big – amazzoni, cavalieri e cavalli – dell’equitazione in questa sua nuova, ma allo stesso tempo antica, veste.
  • L’impatto delle coperture delle tribune sarà ridotto al minimo. Le originarie caratteristiche architettoniche, i cipressi e gli anelli di siepi che delineano l’ovale, saranno gli elementi predominanti dell’evento. Tutte le strutture sono temporanee.
  • Quest’anno saranno due i campi di gara dove si svolgeranno le gare e le tante attività di contorno programmate: l’ovale di Piazza di Siena e il Galoppatoio di Villa Borghese. Il Galoppatoio, normalmente destinato alle infrastrutture complementari diventa parte integrante dell’evento. Non sarà più solo la ‘cittadella’ delle scuderie, ma anche polo di attrazione con programma di gare che si arricchisce anche con momenti di esibizione e promozione a tema il cavallo. Il fulcro di tutto sarà un campo gara, completamente rinnovato e anch’esso di grande tradizione, situato nelle immediate vicinanze delle scuderie e di Piazzale delle Canestre. Il Galoppatoio di Villa Borghese sin dal dopoguerra ha fatto da ‘spalla’ all’ovale di Piazza di Siena quale teatro di concorsi nazionali di ottima levatura ed era anche la sede di gara più frequentata dai migliori cavalieri italiani in preparazione per il concorso ippico internazionale. Da molti anni il campo gara del Galoppatoio è stato però abbandonato e, come tutta l’area, è caduto in una situazione di fortissimo degrado.
  • L’area retail prevista lungo Viale Pietro Canonica sarà caratterizzata dal principio base di tutto l’intervento. Gli stand saranno disposti in modo tale da consentire la più ampia libertà di movimento ai flussi del pubblico, permettendo di valorizzare la bella recinzione del Giardino del Lago dando risalto alle belle statue che si stagliano nel verde della vegetazione. Lo spostamento del percorso dedicato ai cavalli all’interno del Giardino del Lago, nel sentiero che costeggia la recinzione, offre una scenografia architettonica e naturalistica unica al mondo.
  • Piazza di Siena sarà verde tutto l’anno. Il fondo in erba, infatti, nel 2007 era stato sostituito con la moderna sabbia silicea ma ora, nell’ottica di una fortemente voluta riqualificazione dell’area, CONI e FISE hanno deciso tornare alla struttura originaria di Piazza di Siena, così come concepita alla fine del ‘700 dal principe Marcantonio IV Borghese e come ha ospitato a partire dagli anni ’20 dello scorso secolo, il concorso ippico. Si tratta di un forte messaggio dato non solo alla città, ma al mondo intero, assieme a una decisa presa di responsabilità verso il patrimonio artistico della Capitale.

Ecco qualche immagine di come sarà:

Fonte: FISE/EquiEquipe

- Partner -

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 6)

Lascia un commento...