Arriva il primo grande risultato della stagione per Alberto Zorzi

Alberto Zorzi e Contanga 3 - ph.Stefano Grasso/LGCT

Ottimo inizio per Alberto Zorzi che mette a segno il primo risultato per la stagione 2018 del Global Champions Tour. Il cavaliere azzurro, in sella a Contanga, stanotte ha conquistato il terzo gradino del podio del Gran Premio. La categoria è stata vinta da Scott Brash su Ursula. Secondi Daniel Deusser e Tobago.

Sono così felice per me e la mia squadra” ha dichiarato Alberto “Contanga ha saltato davvero bene, sono così fortunato ad aver la possibilità di montarla. Abbiamo iniziato bene – il terzo posto non è per niente male!” ha aggiunto sorridendo “Ora si va avanti, concentrati sulla prossima tappa. Credo di esser stato un pochino lento sull’ultimo salto e forse nella girata sull’oxer nero. Ma per il resto ci ho provato davvero e sono decisamente felice!”

Scott Brash e Ursula XII –
ph.Stefano Grasso/LGCT

Scott Brash: “Sono davvero entusiasta di questo risultato! Ursula a 17 anni ha dimostrato di essere ancora in ottima forma. Probabilmente questa sarà la sua ultima stagione e vincere una gara così grossa qui in Messico ci ha resi davvero felici. Ha saltato super, sempre meglio. Sono stato fortunato ad avere la possibilità di vedere i percorsi di Daniel ed Alberto, mi ha dato un po’ di vantaggio, ma ho cercato di sfruttare al massimo la falcata di Ursula. È un campo molto ampio e avere una falcata così ampia come la sua è stata la carta vincente.
Ora ci aspettano altre 16 tappe, sarebbe bellissimo vincere nuovamente il campionato, ma ci sono ancora moltissimi salti da fare prima di riuscirci!

Daniel Deusser e Tobago Z –
ph.Stefano Grasso/LGCT

Tobago ha solo 10 anni, lo sto montando da due anni ma nell’ultima stagione ha fatto prevalentemente le categorie basse, 1.45-1.50. Durante l’inverno è stato davvero costante e abbiamo deciso di fare il primo gran premio.” Ha dichiarato Daniel Deusser “Quello di oggi era il suo primo GP5*… niente male come risultato! Ha saltato un bellissimo primo giro e nel barrage si è ripetuto. Avevo qualche dubbio perché non sapevo quanto potessi schiacciare sull’acceleratore, ma ci ho provato, e lui mi ha assecondato alla grande. Forse potevo togliere un tempo tra l’uno e il due, ma sono comunque davvero soddisfatto del risultato.”

Per vedere i video dei percorsi e i risultati completi clicca qui

- Partner -

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 6)

Lascia un commento...