Stefano Brecciaroli sul tetto del GP di Montefalco

Stefano Brecciaroli e Masai delle Schiave - Ph:MarcoProli

Ben 374 cavalli hanno dato il via alla stagione agonistica targata “Horses Le Lame Sporting Club”.

Il concorso nazionale di salto ostacoli A 5 stelle di Montefalco – Trofeo “Bac Technology”  ha ospitato anche le categorie del Progetto Sport FISE, parte di un circuito di basilare importanza per la crescita degli sport equestri soprattutto a livello di base, nell’ottica di una corretta progressione fino all’agonismo.

Seniores e giovani leve si sono quindi cimentate con i loro cavalli – e giovani cavalli – sui percorsi disegnati da Fulvio Santi.

Gara clou, come di consueto, il Gran Premio 145. Protagonista indiscusso, l’olimpionico del completo Stefano Brecciaroli in sella a Masai delle Schiave: un binomio 100% made in Italy che ha lasciato il campo con 1/0 nelle due manches, riservando la seconda posizione a Francesco Franco su Comte d’Ecaussinnes (0/4). Con il tempo di 38”64, Franco ha lasciato alle sue spalle Pasquale Datena con Folkert. Stesse penalità, per quest’ultimo, nelle due manches, ma un cronometro fermo su 43”60.

Tornando al cavallo protagonista di questo GP, Masai delle Schiave, castrone Italiano del 2010 (Ustinov X Gluecksgriff), è in comproprietà tra Stefano Brecciaroli e l’Allevamento delle Schiave di Alessandra Ridoli. Stessa mamma di Lazzaro delle Schiave, cavallo impegnato costantemente in categorie internazionali sotto la sella di Massimo Grossato.

“Masai è con me dall’età di tre anni – ha commentato Brecciaroli – e posso serenamente affermare che il suo approccio con i percorsi è sempre stato positivo. E’ un cavallo che ama collaborare e qualunque cosa sarà destinato a fare, a seconda dei suoi mezzi, la farà da cavallo vincente”.

Fonte:Daniela Cursi – Ufficio Stampa Horses Le Lame

- Partner -

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 6)

Lascia un commento...