La Coppa del Mondo è un affare esclusivamente per uomini?

Kevin Staut e Ayade de Septon - Ph:Mercedes-Benz CSI Zürich

Quest’anno possiamo dire che il circuito di Coppa del Mondo è un affare per uomini. Tranne qualche sporadica apparizione, le amazzoni sono sempre state nelle retrovie, e alla finale di Parigi l’unica presente sarà molto probabilmente solo Edwina Tops Alexander.

Questo weekend è in programma la tappa di Bordeaux, tappa maledetta per il gentil sesso. L’internazionale francese infatti, in tutti questi anni, non ha mai visto salire sul primo gradino del podio una donna. Una curiosità? Tutti i Gran Premi sono stati vinti almeno una volta da un’amazzone, anche Aachen e Calgary, ma mai nessuna si è aggiudicata la tappa di Bordeaux. Sarà quest’anno l’anno buono? Lo scopriremo nei prossimi giorni. Solo cinque donne parteciperanno alla tappa francese e candidate alla possibile vittoria solo Edwina Tops Alexander, che dopo il rientro dalla gravidanza ha dimostrato di essere in ottima forma vincendo la tappa di La Coruna, e Penelope Leprevost, beniamina di casa che dopo esser stata ai vertici della ranking mondiale ora è in quarantanovesima posizione.

DATI E STATISTICHE
Nelle federazioni nazionali le amazzoni rappresentano il 70-90% degli iscritti, ma più si alza il livello delle competizioni più questa percentuale tende ad abbassarsi.

Attualmente i vertici della Longines Ranking FEI, tra i primi 10 posti della ranking, non troviamo amazzoni e nella top30 solo il 10%.

CLASSIFICA DI COPPA DEL MONDO
Dopo 11 tappe la classifica di Coppa del Mondo è così composta:

1 Kevin Staut FRA 77
2 Henrik von Eckermann SWE 64
3 Edwina Tops-Alexander AUS 50
4 Christian Ahlmann GER 48
5 Daniel Deusser GER 48
6 Denis Lynch IRL 47
7 Alberto Zorzi ITA 45
8 Steve Guerdat SUI 43
9 Roger Yves Bost FRA 42
10 Michael Whitaker GBR 41

 

Per la classifica completa clicca qui

- Partner -

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 6)

Lascia un commento...