Istruzioni per vincere con il mental coaching: l’importanza degli obiettivi

Stephanie Holmén - Ph:Mercedes-Benz CSI Zürich

Oggi parliamo di come il Mental Coaching può essere di supporto ad un atleta per fissare i suoi obiettivi agonistici. Infatti molti atleti non riescono a dare il meglio di sé perché non hanno obiettivi chiari. Altri atleti, invece, hanno degli obiettivi, ma la loro mente non ci crede, o perché non credono di potercela fare, o perché questi obiettivi sono stati decisi da altri e non dall’atleta stesso. In questo caso spesso si crea un conflitto mentale interno e la parte più profonda della mente rischia di sabotare il raggiungimento di questi obiettivi. Infatti per essere totalmente concentrato e focalizzato verso un determinato risultato sportivo è importante che ci sia un allineamento tra preparazione tecnica, fisica e mentale e perché la mente sia allineata è importante che la mente sia totalmente coerente con ciò che vuole veramente e ciò che crede di poter fare, ovvero che tutte e due le parti conscia ed inconscia siano allineate. Per questo motivo è molto importante ad inizio stagione fissare degli obiettivi ben formati.

Un obiettivo ben formato è per la tua mente come la destinazione che metti nel tuo GPS: ti dice dove andare, ti dice quanto ci metterai e ti suggerisce percorsi alternativi nel caso di intoppi; la stessa cosa la puoi fare con la tua mente per i tuoi obiettivi sportivi e non.

Perché è importante avere obiettivi chiari? Perché ti servono per poterli raggiungere, infatti se non hai obiettivi chiari la mente non saprà dove andare così come il gps se non imposti un indirizzo preciso non ti servirà per andare verso la tua destinazione.

Se non sai dove vuoi andare è difficile programmare la stagione agonistica, gli allenamenti, i risultati che vuoi ottenere, ma soprattutto la tua mente non sarà focalizzata nel raggiungimento dei tuoi obiettivi e in qualche modo ci metterà meno potenziale di quello che hai realmente. Se non hai obiettivi chiari la tua mente non saprà dove vuoi andare né che risultati vuoi ottenere e pertanto sarà poco attenta, poco concentrata durante i tuoi allenamenti e durante le tue gare. Se non hai degli obiettivi tuoi, ma segui gli obiettivi che ti danno gli altri, può essere che a livello inconscio tu non sia allineato con essi ed è qui che spesso capita che la tua mente ti spinga ad auto sabotarti nel raggiungimento di questi obiettivi semplicemente perché non li “senti tuoi” o “non credi veramente” in essi.

Ecco alcuni dei motivi per cui è importante definire obiettivi chiari, per far sì che la tua preparazione tecnica, fisica e mentale siano completamente allineati, per poter procedere al loro raggiungimento .

E tu? Hai già fissato gli obiettivi della stagione agonistica? O magari in altri campi come il tuo lavoro o la scuola? Con il Mental Coaching puoi fissare e gestire i tuoi obiettivi con i seguenti passi:

Ecco per te le caratteristiche di obiettivi ben formulati:

1) Definisci gli obiettivi in forma Scritta e Positiva: Scrivere gli obiettivi aiuta a razionalizzarli e a renderli più concreti, più vicini e realizzabili. E’ importante che nel tuo obiettivo sia definito ciò che tu vuoi e non ciò che non vuoi!! Ad esempio l’obiettivo “voglio arrivare tra i primi 3” è espresso in forma positiva, mentre l’obiettivo “non voglio fare errori” è espresso in forma negativa e quindi non ti dà la direzione giusta per ciò che vuoi. E’ importante che ti concentri su ciò che vuoi che accada, per far sì che il tuo inconscio (il tuo gps) sia impostato su quello che vuoi!!

2) Specifico e Misurabile: E’ importante che tu sappia esattamente cosa vuoi raggiungere e che tu possa verificare quando lo raggiungi: ad esempio l’obiettivo “voglio andare bene in gara” non è specifico né misurabile, perché non è abbastanza preciso, invece l’obiettivo “voglio fare netto o voglio arrivare tra i primi tre” è specifico e misurabile e puoi sapere quando lo hai raggiunto. Se gli obiettivi sono chiari e definiti lo saranno anche nella tua testa!!

3) Con una Scadenza: E’ importante che tu stabilisca entro quando vuoi raggiungere il tuo obiettivo, altrimenti non ti impegnerai abbastanza per raggiungerlo: quindi definisci una data entro quando lo vuoi raggiungere, ad esempio entro novembre 2018.

4) Fattibile e Motivante: Se ti poni degli obiettivi troppo ambiziosi rispetto alla tua attuale preparazione, rischi di non raggiungerli e quindi rischi poi di demoralizzarti, di non sentirti all’altezza o di sentirti un fallito nel momento in cui ti accorgi che non riesci a raggiungerli. Al contrario, se ti poni obiettivi poco motivanti, rischi di non sentirti abbastanza interessato perciò pensando che sia tutto troppo facile, ci metterai poco impegno per perseguirli e rischierai poi di non raggiungerli perché non ti sarai allenato o concentrato abbastanza. Trova quindi un equilibrio, in modo che il tuo obiettivo sia raggiungibile ma allo stesso tempo sfidante e che richieda da te impegno, crescita e disciplina per poterlo raggiungere. In questo modo sarai abbastanza motivato per lavorare sodo per raggiungerlo.

5) Sotto tua responsabilità: E’ importante che l’obiettivo dipenda da te, che sia sotto la tua responsabilità, perché, se ti poni degli obiettivi che dipendono da altre persone e non da te stesso, rischi di trovare delle scuse o degli alibi per lavorare meno per raggiungerli. E’ anche vero che se il tuo obiettivo include ad esempio il tuo cavallo devi poter considerare un po’ anche lui, o se dipende dal tecnico o selezionatore in tal caso può dipendere anche da lui. Ad esempio, se il tuo obiettivo è quello di partecipare agli Europei, questo dipende in parte da te ma anche dal tecnico di squadra; se il tuo obiettivo è questo, ciò che puoi fare è dare il meglio di te in ogni gara, per ottenere le qualifiche e fare in modo di dimostrare che ti meriti il posto: poi la scelta spetterà sempre al tecnico ma almeno tu sai che hai fatto il massimo per poterci arrivare.

6) Ecologico: E’ importante anche che il tuo obiettivo sia ecologico, ovvero che faccia bene a te ed alle persone intorno a te. Nel valutare l’ecologia è importante chiedersi alcune domande tipo “cosa succede se lo raggiungo?” e “cosa succede invece se non lo raggiungo?” in modo da valutare anche il prezzo da pagare per il raggiungimento di tale obiettivo. Se il tuo obiettivo ti porta a pagare un prezzo troppo alto, allora conviene valutare insieme anche alle persone intorno a te se vale la pena rincorrerlo o se è meglio per tutti magari fissare un obiettivo diverso che vada bene anche alle persone intorno a te.

Ecco per te alcune tecniche di Mental Coaching per fissare degli obiettivi chiari. Nel farlo è sempre utile confrontarti con il tuo Istruttore e magari fissare insieme a lui gli obiettivi, oppure puoi confrontarti con altre persone di esperienza che ti possono dare qualche consiglio. Volendo, gli obiettivi puoi fissarli in diversi campi: agonistici, scolastici, professionali e personali. Ti suggerisco di seguire questi passi per fissarti diversi obiettivi con diverse scadenze ad esempio: a 1 mese, a 6 mesi e a 1 anno in modo da settare il tuo gps mentale su dove vuoi andare; gli obiettivi infatti ti danno la direzione, poi se accadranno delle cose per cui non potrai raggiungerli con tutta tranquillità, saprai che il tuo cammino ha molte strade alternative e potrai rimetterti sempre in cammino verso altre direzioni, magari ancora più interessanti!! Se accadrà che non li raggiungerai, potrai rifare questo esercizio e cambiare i tuoi obiettivi, infatti potrai semplicemente reimpostare il gps della tua mente!!! Ti suggerisco infatti di rifare questo esercizio almeno 1 volta all’anno!

Fammi sapere come procede e se hai domande scrivimi pure a: infoevarosenthal@yahoo.it Visita il mio sito: www.evarosenthal.it e la mia pagina facebook: evarosenthalmentalcoach per altri spunti di Mental Coaching.

Seguimi perché nel prossimo articolo parlerò di tecniche di Mental Coaching da usare per riconoscere e cambiare le Convinzioni Mentali che ti Limitano e ti impediscono di dare il meglio di te.

- Partner -

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 6)

Articolo precedenteNuovo look per guidolinshop.com e promozioni WOW per il lancio
Prossimo articoloAsta Ekestrian: embrioni, fattrici e paillettes (I parte)
Eva Rosenthal
Campionessa del Dressage, atleta professionista, Istruttore Federale e Mental Coach specializzata nello sport. Nella mia carriera agonistica ho vinto più di 30 Medaglie nel Dressage, ho partecipato ai Campionati del Mondo WEG ad Aachen ed ero qualificata per le Olimpiadi di Beijing 2008. Ho applicato le tecniche di Mental Coaching su me stessa e questo mi ha permesso di vincere tanto nella mia carriera per questo dopo i Mondiali ho deciso di diventare Mental Coach per essere di supporto ad Atleti professionisti ed amatori per trasferire a loro le “Istruzioni per Vincere” per allenarsi mentalmente alle competizioni. Sono stata allieva di grandi Istruttori in Germania e Olanda, Amazzone Internazionale, Istruttore Federale e Mental Coach tutte queste esperienze mi hanno dato una specializzazione unica nella preparazione mentale degli sportivi e dei cavalieri. Oggi seguo atleti da livello amatoriale alle Olimpiadi, tra alcuni di questi: Valentina Truppa, Bertram Allen, Goncalo Carvalho. Per maggiori info www.evarosenthal.it

Lascia un commento...