Aria di rivoluzione per la Coppa delle Nazioni

Katrine Eckermann e Firth of Lorne - Ph:Roland Thunholm

Il presidente Ingmar de Vos ha annunciato che il circuito di Coppa delle Nazioni dal 2018 subirà un forte cambiamento.

Le modifiche al circuito devono essere ancora approvate dagli organizzatori degli CSIO, dalla FEI stessa e dalle federazioni nazionali coinvolte nel circuito ma tra le grandi novità del 2018 c’è il cambio di giorno per lo svolgimento della Coppa delle Nazioni. Storicamente la gara a squadre è sempre stata il venrdì e ora, per una maggiore attenzione mediatica e per dare più risalto anche agli sponsor, si è proposto di spostarla alla domenica (e di fare il Gran Premio il venerdì).

Il campionato avrà sette divisioni di cui due in Europa, una nell’America settentrionale e centrale, una in Medio Oriente, Sud America, Asia e Africa.

Varierà invece il numero delle tappe e degli CSIO presenti nel circuito, che passerebbero da 20 a 15: otto in Europa dove dovrebbero essere mantenute le tappe di La Baule, Roma, San Gallo, Rotterdam, Falsterbo, Hickstead e Dublino. In Medio Oriente invece dovrebbe rimanere solamente una tappa, si pensa quella di Abu Dhabi, vista la complessità delle regole sanitarie. Confermate le tre tappe nell’America settentrionale (Ocala, Coapexpan e Langley).

- Partner -

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 6)

Lascia un commento...