Quando il nero incontra la luce: speroni placcati oro U Black

Un prodotto esclusivo, dedicato ad amazzoni e cavalieri, che riporta a un mondo lontano: U Black presenta i suoi speroni nati dalla maestria degli orafi vicentini

Ogni cavaliere deve confrontarsi ogni giorno con una ricerca costante di perfezione. L’ossessivo inseguire quel momento magico in cui cavallo e cavaliere diventano una cosa sola e nessun obiettivo sembra irraggiungibile, è per il cavaliere una forma mentale che finisce per permeare ogni aspetto della sua vita. La perfezione viene quindi ricercata anche nell’eleganza delle forme.

È con questa idea in mente che è nato U Black, marchio esclusivo di accessori dedicati innanzitutto al cavallo. L’azienda vicentina ha voluto però creare qualcosa di esclusivo anche per il cavaliere: in edizione limitata, U Black presenta i suoi pregiati speroni placcati oro, disponibili anche in versione top di gamma: oro massiccio 18 kt, rigorosamente creati, uno ad uno, da artigiani orafi che che sanno mescolare sapientemente antichi gesti e nuove tecnologie.

Perché lo sperone? Ogni donna o uomo di cavalli sa che non si tratta di uno strumento imprescindibile. Lo sperone fa parte però di quella ricerca costante di perfezione che è il cardine attorno a cui ruota l’equitazione sportiva. Solo il cavaliere raffinato, infatti, sa montare con gli speroni senza usarli, se non in caso di necessità. Ma c’è di più: storicamente lo sperone rappresenta l’appartenenza a una cerchia esclusiva.

Per lungo tempo lo sperone è stato, ancora prima che uno strumento tecnico, un segno di distinzione. Nel Medioevo, durante la cerimonia di investitura, i cavalieri, e cioè gli uomini più vicini al Re, ricevevano la spada e gli speroni come segno di ‘accoglienza’ in quel circolo esclusivo. La formula per dire che un uomo era stato insignito del rango di cavaliere era proprio che ‘aveva guadagnato gli speroni’. Per contro, un cavaliere caduto in disgrazia per aver disonorato il suo rango si vedeva privare di spada e speroni che venivano distrutti davanti a lui. Lo sperone era dunque simbolo di appartenenza a un’elite e nelle forze armate di tutto il mondo è ancora così. La divisa dei corpi a cavallo non è completa senza speroni che sono quindi ancora oggi segno di appartenenza.

Durante il Medioevo a definire il rango di chi li portava era il materiale con cui erano realizzati: ferro o bronzo per l’uomo comune, argento per lo scudiero, oro per il cavaliere. Il materiale più esclusivo, più prezioso, non poteva che essere riservato ai migliori.

Indossarli era sicuramente motivo d’orgoglio per quegli antichi cavalieri e indossarli oggi può ricreare quella magia, può far sentire, anche solo idealmente, parte di quel sogno antico.

L’eleganza cui vestivano e bardavano i propri cavalli non era fine a se stessa, ma serviva a dare una ‘forma visiva’ a quello che i cavalieri fieramente rappresentavano: un’ideale di nobiltà d’animo che coltivavano in una ricerca di perfezione nella gesta, oltre che nella forma.

Lorella Casalatina ha voluto ridare vita a quell’ideale creando un prodotto unico tanto nella concezione quanto nella scelta dei materiali e della fattura. Come per ogni prodotto che fa parte del mondo U Black anche per la realizzazione di questi raffinati speroni ci si è avvalsi dell’eccellenza italiana. Il compito è stato affidato a maestri orafi di lunga tradizione che hanno riversato nella concezione e realizzazione di questo prodotto tutta la loro cultura e tutta la loro passione.

Indossarli è una sicuramente una scelta esclusiva, ma è una scelta che parla di eccellenza, di nobiltà e di sogni antichi.

Per maggiori informazioni clicca qui

www.u-black.com

- Partner -

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 6)

Lascia un commento...