Fontainebleau: i campioni dei 5 e 6 anni

Catchar Mail - Ph:Fontainebleu

La vice campionessa a squadre dei mondiali di Lexington, l’eccezionale Katchina Mail, recidiva nei 5 anni, “piazzando” un altro suo figlio sul primo gradino del podio, dopo Delstar Mail nei 4 anni. Stiamo parlando del potente Catchar Mail (Diamant de Sémilly x Calvaro Z) che si è imposto, nella categoria maschi/castroni, davanti a Canabis d’Albain e Cicave du Talus GFE.

Canabis d’Albain è figlio dello straordinario Baloubet du Rouet e di Tentation d’Albain, da Kannan per Duc du Hutrel. A questa piccola famiglia appartengono saltatori come Newton de Turcis (1,60 m sj), Ladybird d’Aursay (1,55 m sj), Rafale des Hoteaux (1,50 m sj).

Cicave du Talus è uno stallone del Groupe France Élevage, frutto dell’incrocio tra Untouchable M (Quick Star x Corrado I), Voltaire e Narcos II. Cicave du Talus è fratello uterino degli internazionali Saphir du Talus (1,60 m sj) e True Blue (1,55 m sj).

Tra le femmine della stessa generazione, a trionfare è stata Carlita de Gaia da Levistan e Déesse du Val da Quidam de Revel. Déesse du Val ha già prodotto eccellenti atleti come, ad esempio, Kikuyu du Coty (1,60 m sj), Manneken du Coty (1,60 m sj), Pimm’s du Coty (1,45 m sj), e Amethiste du Coty (1,45 m sj). Da questa linea discendono altri importanti saltatori quali Kimoni du Château (1,50 m sj), Nearly Star d’Avillon (1,55 m sj), Bow House Rubis (1,60 m sj), Tarco van ter Moude (1,60 m sj), Dream de la Sapaie (1,60 m sj) così come stalloni come Diable Rouge, Ultimo van ter Moude, Icarus, Apple River, E Mail de la Chapelle, Offley du Coty.

Alle sue spalle si è classificata Carrera de Champloue (Balou du Rouet x Diamant de Sémilly). Sua madre Toscane de Champloue gareggia in categorie da 1,45 m ed è figlia della straordinaria e molto prolifica Sophie du Château (Galoubet A). Se Sophie du Château è celebre soprattutto per essere la madre del qualitativo Itot du Château, ha prodotto altri top performer quali Sultan du Château (1,60), Rimbo du Château (1,50 m sj), Oui M’sieu du Château (1,50 m sj), Letoile du Château (1,50 m sj), e Kolea du Château e numerosi saltatori in 140-145.

Ad aggiudicarsi il terzo gradino del podio è stata Carven du Vignoble (Coyleur Rubin x Chin Chin). Sua madre American Dream, saltatrice in 140, è figlia di Ceres (Contender x Capitol I), fattrice attiva in Italia per diversi anni, la quale ha prodotto anche Adelscot (1,50 m sj). L’Holsteiner Stamm 318D2 ha dato origine anche agli stalloni Chello I, II, Coriano, Corofino I, II, Diarado, Douglas.

**

Tra i 6 anni trionfano Butterfly Ennemmel e Best of l’Herbage

La categoria dei maschi e castroni di 6 anni ha visto la vittoria di Best of l’Herbage, un figlio del potente compagno di gara di Luciana Diniz Winningmood van Arenberg e di Orée de l’Herbage (Rosire x Grand Veneur), sorella uterina del saltatore in 160 Gedeon de l’Herbage e degli stalloni Ivanoe de l’Herbage e Lys de l’Herbage. Da questa famiglia derivano stalloni come L’Amour du Bois HN (1,60 m sj), Fairplay du Manoir, e molti altri.

Ad essere incoronato vice campione è stato Bugano de Brekka, un figlio dell’ottimo ma prematuramente scomparso Ugano Sitte e Magali de Brekka, da Dollar du Mûrier per Quat’Sous. Magali de Brekka è sorella piena di Njk No Regret (1,60 m sj) e dello stallone Ionesco de Brekka (1,60 m sj). A questa prestigiosa famiglia francese appartengono numerosi riproduttori e top performer quali, ad esempio, First de Launay, Leprince de Thurin, Fandango, Messire de la Loge, Qoud’Coeur de la Loge, Fakir de Kreisker, Kouros d’Helby, Ratina d’la Rousserie e Quickly de Kreisker.

Al terzo posto troviamo un altro, ben battezzato, Best. Si tratta dello stallone Best of Iscla, figlio di Diamant de Sémilly e della saltatrice in 140 Signora (Kannan x Galoubet A), figlia a sua volta di Sophie du Château. Se Sophie du Château è celebre soprattutto per essere la madre del qualitativo Itot du Château, ha prodotto altri top performer quali Sultan du Château (1,60), Rimbo du Château (1,50 m sj), Oui M’sieu du Château (1,50 m sj), Letoile du Château (1,50 m sj), e Kolea du Château e numerosi saltatori in 140-145.

A condividere il terzo gradino del podio con Best of Iscla vi è Bornthis Way Chapelle, un figlio dello stallone SBS Kashmir van Schuttershof e di Tanagra van ter Moude (Capitol II x Major de la Cour), sorella uterina dello stallone performer Ultimo van ter Moude e del saltatore Bow House Rubis (1,60 m sj).

Il titolo di campionessa delle 6 anni, dopo numerosi coup de théâtre, è stato conquistato da Butterfly Ennemmelle. Questa potente baia, frutto dell’incrocio tra l’eccellente Quaprice Bois Margot e Lux Z, è stata allevata dall’italiana Ilaria Antinori Marzichi Lenzi. La nonna di Butterfly, Sultane Kerellec, è stata una grandissima vincitrice sotto la sella di Gilles Bertran de Balanda.

Il secondo gradino del podio è stato occupato da Brasilia de l’Abbaye, una figlia del già citato Ugano Sitte e di La Mare (Apache d’Adriers x Uriel), madre dello stallone performer Rock’n Roll Sémilly (Diamant de Sémilly).

A completare la rosa delle migliori 6 anni, troviamo Bahia d’Aiguilly, frutto dell’incrocio tra Vancouver DML e Krichna de Brekka, da Cacao Courcelle per Quat’Sous. Krichna de Brekka è sorella uterina dello stallone performer Ionesco de Brekka e di Njk No Regret (1,60 m sj). Bahia de Brekka è, quindi, strettamente imparentata con Bugano de Brekka, vice campione dei 6 anni.

 

- Partner -

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 6)

Lascia un commento...