Dedicarsi a ciò che si ama, questa è la felicità. Parola di Scott Brash

Scott Brash e Hello Forever - Ph:LGCT/StefanoGrasso

 

Credere nei propri sogni, fare quello che ci fa felici: per Scott Brash la felicità è porsi sempre nuovi obiettivi e cercare di raggiungerli insieme ai suoi cavalli.

“Credo che tutto sia possibile se hai un obiettivo, un sogno. Io avevo il sogno di vincere il Grand Slam del salto ostacoli e l’ho fatto. Forse suona un po’ di cattivo gusto, ma lo dico perché secondo me è importante sapere che nulla è impossibile. Chiunque può riuscire a realizzare un sogno lavorando duro, dedicandocisi completamente e avendo il team giusto. Io non sarei certo dove sei se non avessi il team che ho. Ho iniziato dal basso e so cosa significa e quindi apprezzo le persone che lavorano duramente. Forse è questo che mi mantiene ‘affamato’. I soldi, il glamour, quello non sono io, io voglio far avverare il prossimo sogno, raggiungere il prossimo obiettivo, vincere il prossimo titolo, vincere un titolo che nessuno ha mai vinto. Vincere una medaglia olimpica e avere tutto il Paese con te è stato bellissimo, è stata una sensazione che non si può descrivere e qualcosa che non dimenticherò mai”.

Scott Brash e Ursula XII – Ph:Rolex Grand Slam of Show Jumping/Kit Houghton
“Sono molto determinato. Se un percorso va male voglio tornare subito in campo e rimettere a posto le cose. Credo che sia importante voler sempre migliorare, diventare più bravi e credo che il legame con il cavallo sia fondamentale. Bisogna amare il proprio cavallo, saperlo davvero apprezzare. Per migliorare insieme bisogna capire i cavalli e imparare a conoscerli, entrare nella loro testa. Loro ci parlano ma sta a noi capire quello che ci dicono. I cavalli sono tutti diversi e ognuno di loro ha le sue caratteristiche e ‘particolarità’ che si scoprono man mano che si va avanti”.

Scott Brash e Hello Sanctos – Ph:LGCT/StefanoGrasso
“Sono molto fortunato perché non ho paura in campo gara, non mi agito, sto bene. Quando salgo sul mio cavallo ed entro in campo, beh quello per me è un momento di felicità. Non mi interessa se ci sono ventimila persone a guardarmi, non è una cosa che mi mette a disagio. Amo montare e amo quello che faccio. Ognuno di noi dovrebbe fare quello che lo fa sentire a proprio agio, è la cosa più importante e nel mio caso quello che mi fa sentire a mio agio è montare”.

- Partner -

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 6)

Lascia un commento...