Dal 19 al 24 aprile al via ad Arezzo i Campionati Italiani Assoluti Seniores di salto ostacoli

Emilio Bicocchi e Ares - Ph:FISE

Arezzo Equestrian Centre, dopo il grande successo dell’edizione 2017 di Toscana Tour, è pronto ad ospitare per il secondo anno consecutivo i Campionati Assoluti Seniores di salto ostacoli che si disputeranno nelle formidabili arene Boccaccio, Dante e Vasari da mercoledì 19 fino a lunedì 24 aprile.


Per sei giorni il centro ippico di San Zeno sarà la capitale del salto ostacoli nazionale richiamando le categorie Seniores 2° grado, il Campionato Italiano Interforze individuale e a squadre, il campionato Criterium 2° grado per un totale di 60 cavalieri e circa 500 cavalli partecipanti. A differenza degli altri anni, i Campionati Italiani Assoluti Children, Junior e Young Rider verranno disputati nel mese di settembre, dal 7 al 10, mentre i Campionati Italiani Assoluti Pony si svolgeranno dal 29 giugno al 2 luglio al Nuovo Centro Ippico Cervese. Non mancheranno comunque le categorie divisione dedicate ai giovani (Pony, Children, Junior, Young Rider), presenti in gran numero nel centro aretino.

La struttura tecnica federale sarà presente ad Arezzo per poter visionare i binomi su cui puntare nei vari CSIO della stagione e per selezionare i binomi in vista del prestigioso appuntamento di Piazza di Siena. Non mancherà il neo presidente della FISE Marco Di Paola, che ha già speso parole di elogio per l’Arezzo Equestrian Centre durante la seconda settimana di Toscana Tour, dichiarandosi entusiasta dell’organizzazione e della funzionalità del centro.

La formula di gara dei Campionati prevede le tre prove canoniche: la prima a tempo tabella C, la seconda a due percorsi (tipo Coppa delle Nazioni) e la terza a due manches. In caso di ex aequo, al termine delle tre prove, sarà il barrage a determinare l’assegnazione delle medaglie. Il Campionato Italiano assoluto riservato ai senior offrirà anche quest’anno l’opportunità ai primi tre classificati di accedere di diritto all’85^ edizione del prestigioso CSIO di Roma Piazza di Siena dal 24 al 28 maggio.

Tra gli atleti in gara ad Arezzo non mancherà il campione italiano in carica Emilio Bicocchi, che lo scorso anno conquistò i Campionati proprio qui ad Arezzo in sella ad Ares, e cavalieri del calibro di Filippo Moyersoen, vincitore di quattro edizioni nel 1983, 1989, 1991, 2013, e del Carabiniere Stefano Brecciaroli, fuoriclasse del completo che ha disputato ben 4 Olimpiadi.

**

ALBO D’ORO CAMPIONATI ITALIANI ASSOLUTI SALTO OSTACOLI

  • 1967    Montelibretti – Graziano Mancinelli con Petter Patter
  • 1968    Roma – Raimondo D’Inzeo con Bellevue
  • 1969    Roma – Vittorio Orlandi con Fulmer Feather Duster
  • 1970    Roma – Raimondo D’Inzeo con Bellevue
  • 1971    Palermo – Raimondo D’Inzeo con Fiorello II
  • 1972    Salice Terme – Graziano Mancinelli con The Lodger
  • 1973    Punta Ala – Piero D’Inzeo con Easter Light
  • 1974    Sanremo – Graziano Mancinelli con Lydican
  • 1975    Punta Ala – Piero D’Inzeo con Mannequin
  • 1976    Merano – Graziano Mancinelli con Lydican
  • 1977    Punta Ala – Graziano Mancinelli con Ursus del Lasco
  • 1978    Punta Ala – Uberto Lupinetti con Star Award
  • 1979    Salice Terme – Alessandro Galeazzi con Poulapuca
  • 1980    Salice Terme – Duccio Bartalucci con Delilah
  • 1981    Salice Terme – Graziano Mancinelli con St. Parnou
  • 1982    Salice Terme – Gianluca Palmizi con Glorieux
  • 1983    Salice Terme – Filippo Moyersoen con Adam
  • 1984    Punta Ala – Giorgio Nuti con Silvano
  • 1985    Cervia – Bruno Scolari con Joyau d’Or
  • 1986    Salice Terme – Giuseppe Corno con Impedoumi
  • 1987    Cervia – Roberto Arioldi con Rosa
  • 1988    Salice Terme – Giorgio Nuti con Larry
  • 1989    Cesano – Filippo Moyersoen con Dugano
  • 1990    Salice Terme – Filippo Giannini con Wanda
  • 1991    Vicenza – Filippo Moyersoen con Dugano
  • 1992    Cervia – Massimiliano Baroni con Lisou Blinois
  • 1993    Ala Birdi – Arnaldo Bologni con Mayday
  • 1994    Bagnaia – Manuela Bedini con Desirée di S. Benedetto
  • 1995    Bagnaia – Arnaldo Bologni con Mayday
  • 1996    Ala Birdi – Jerry Smit con Constantijn
  • 1997    Pratoni del Vivaro – Emilio Puricelli con Babouschka de Sohan
  • 1998    Modena – Alessia Marioni con Maradona van de Helle
  • 1999    Magreta – Roberto Arioldi con Paprika della Loggia
  • 2000    Magreta – Roberto Arioldi con Paprika della Loggia
  • 2001    Bagnaia – Roberto Arioldi con Paprika della Loggia
  • 2002    Gorla Minore – Roberto Arioldi con Dime de la Cour
  • 2003   Pratoni del Vivaro – Juan Carlos Garcia con Iron
  • 2005    Pratoni del Vivaro – Emilio Bicocchi con Landru
  • 2006    Arezzo – Mirco Casadei con Ikat Mail
  • 2007    Busto Arsizio – Jerry Smit con Nadir di San Patrignano
  • 2008    Augusta – Piergiorgio Bucci con Varetino
  • 2009    Bagnaia – Emilio Bicocchi con Kapitol D’Argonne
  • 2010    Manerbio – Roberto Arioldi con Loro Piana Utile
  • 2011    Follonica – Roberto Cristifoletti con Belisario
  • 2012    Arezzo – Natale Chiaudani con Seldana
  • 2013    S.G. in Marignano – Filippo Moyersoen con Loro Piana Canada
  • 2014    S.G.i in Marignano – David Sbardella con Triomphe v. Schuttershof
  • 2015    Gorla Minore – Giulia Martinengo Marquet con Istafan Sissi
  • 2016    Arezzo – Emilio Biocchi con Ares

Fonte:CSArezzoEquestrianCentre/SaverioCrestini

- Partner -





Condividi
Articolo precedenteAl via la seconda edizione di Dolomites Horse Show
Prossimo articoloUna nuova generazione di Beerbaum
Nel mondo dei cavalli da quando sono nata, ho conseguito una laurea in Scienze della Comunicazione presso l'Università di Verona. In questi anni ho lavorato nell'organizzazione delle fiere CAVALLIaMILANO 2010-2011 e per le riviste Cavalli&Cavalieri e Il Mio Cavallo.

Lascia un commento...