Novità sul trasporto cavalli: Modello IV (Foglio Rosa) digitale

Clarimo ASK - Ph:Stefano Grasso/LGCT
A partire dal 2 settembre 2017 il documento che accompagna gli animali nei loro spostamenti potrà essere compilato solo in formato elettronico. Ai sensi del Decreto del ministero della Salute del 28 giugno 2016 .
La dichiarazione di destinazione e provenienza sarà da compilare online, e per farlo ci si dovrà collegare a Internet con un computer.
Ma come funziona il nuovo sistema?
Anzitutto è necessario che gli animali trasportati siano registrati nella Banca dati nazionale perché gli estremi dell’animale andranno recuperati al suo interno.
La differenza rispetto al “sistema cartaceo” più sostanziale è la seguente: se si tratta di una cosiddetta movimentazione “da vita” ovvero che prevede lo spostamento dell’animale da una azienda ad un’altra o verso pascoli e stalle di sosta, le norme prescrivono che l’Asl dovrà dunque autorizzare e validare il modello online.
Il sistema prevede che l’allevatore o chi richiede il trasporto, precompili il modello online e ne prenoti la autorizzazione al veterinario pubblico. Avvenuta la validazione il modello sarà automaticamente disponibile e il trasporto sarà autorizzato.
Al momento del carico, al posto delle quattro copie in cui viene attualmente redatto il modello IV cartaceo ne verrà stampata (e sottoscritta) una sola copia – ma composta di sei fogli – che accompagna gli animali durante il trasporto e viene consegnata al destinatario che provvederà ad archiviarla.
Infine, se fosse necessario apportare delle variazioni dell’ultimo minuto rispetto a quanto inserito online, sul documento cartaceo di accompagnamento si troverà spazio apposito per inserire le note di cambiamento; dopodiché si hanno sette giorni di tempo per riportare le modifiche in Banca dati nazionale.
- Partner -

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 6)

11 COMMENTI

  1. Damiano io tutto questo problema del modello informatizzato lo fatto presente allo staff di Silvio Borello capo del ministero della Salute chiedendogli una semplificazione ho una proroga sino a marzo 2018 me l’anno respinta altri paesi comunitsri basta avere il passaporto del cavallo vai dove vuoi questo l’Italia

  2. Fabio centra la questione : la normativa informatizzata riguarda gli spostamenti definitivi da una stalla all’altra ovvero anche gli spostamenti giornalieri per l’uso sportivo e personale del cavallo?

  3. una vera e’ propria cagata e se il veterinario non riesce a convalidare il foglio per tempo o per un motivo o per un’altro xe sappiamo gli uffici pubblici come funzionano, ed io ho una gara come si fa? e poi io che corro con i cavalli e i partenti si fanno due giorni prima della corsa qui si parla di una settimana come si fa?
    e’ proprio vero che siamo in un paese di ignoranti …

  4. È assurdo, se decido di farmi una passeggiata, e trasportare il mio cavallo dove mi serve, devo pianificare tutto prima?

    mi sembra che si limiti veramente tanto la libertà delle persone, o peggio se con urgenza devo portare un cavallo in clinica?

  5. La Fise sta facendo un tavolo con lo stato per risolvere il problema dei cavalli da gara/da passeggiata. P.es. la mia USL mi ha già categoricamente detto che per adesso nulla cambia. Il problema è la polizia. Se trovi quelli giusti, se non hai il modello telematico, una bella multa non te la toglie nessuno…

  6. È quello che mi chiedo se si usa un mezzo solo per spostameni giornalieri passaeggiate o di più giornate trekking quindi senza cambiare codici di stalla a cosa serve fare tutta sta roba?

  7. Come al solito si inventano sempre leggi x creare problemi ai privati che prendono il proprio cavallo x andare a fare un trekking con un amico e non controllano quello che i gestori di centri ippici combinano quando spostano i cavalli che hanno in scuderia

  8. Gent.mo Sig. Fabio,

    La nuova regolamentazione sulla compilazione della Dichiarazione di provenienza e destinazione (Modello IV) cambia le modalità di compilazione (si passa dal modulo cartaceo a quello compilato digitalmente). I requisiti, allo stato attuale, rimarranno identici ed invariati.
    L’analisi dello scenario di trasporto da Lei ipotizzato meriterebbe un approfondimento in particolare riguardo al rispetto delle normative sul trasporto degli animali vivi sia nazionali che comunitarie.
    Qualora ritenga necessario un approfondimento ulteriore inerente il suo caso, la potremmo aiutare esaminando la posizione specifica.

    Per maggiori informazioni ci può contattare all’indirizzo email info@equiadvices.com
    Nell’attesa di un Suo cortese riscontro porgiamo Distinti Saluti.

    EquiAdvice

  9. E LA FINE,,,,,,,,,CI SONO RIUSCITI,A DISTRUGGERE TUTTO,NON FANNO ALTRO CHE CARTA…..CHIACCHERI,,,E INESPERIENZA,DI ANIMALI,E,POI,,,,,,,BOLLETTINI DA PAGARE,,,,E NOI AD ASPETTARE I LORO COMODI,,,,,X,,UN PRELIEVO,,POI X UN MODELLO 4,DI VENERDI,NON PUOI AFFETTUARE,LA VENDITA O IL TRASPORTO,

  10. Buon giorno Fabio, stiamo approfondendo la questione. Appena abbiamo novità a riguardo le facciamo sapere. Beatrice

Lascia un commento...