Jumping Verona: appuntamento dal 10 al 13 novembre. Numeri importanti per il mondo del salto ostacoli a FieraCavalli

Simon Delestre e Chesall - Ph:MastersGranSlam/TiffanyVanHalle & Sportfot

Jumping VeronaJumping Verona, il contenitore sportivo che Fieracavalli propone immancabilmente agli appassionati del salto ostacoli e che ha come fiore all’occhiello la tappa italiana della Longines FEI World Cup™ 2016/2017, è in programma quest’anno su quattro giornate: da giovedì 10 a domenica 13 novembre.

Due padiglioni dedicati (8-Pala BMW e 5-PalaFixdesign) rispettivamente riservati  al Concorso Internazionale 5* e al Concorso Internazionale 2*, Fixdesign Verona International Show Jumping.

La ‘cittadella’ del salto ostacoli a Fieracavalli copre per le esigenze di Jumping Verona circa il 40% della superficie netta del quartiere fieristico utilizzato dall’Ente Fiera per l’organizzazione della fiera: 40.000 metri quadrati di superficie, senza considerare l’ampia area destinata al parcheggio dei van cavalli.
I box allestiti per ospitare i cavalli iscritti saranno quest’anno circa 700. Maggiore il numero stimato degli addetti ai lavori che tra cavalieri, tecnici, personale di scuderia, proprietari, e staff è stimato intorno alle 1.000 unità. Numeri da capogiro per un appuntamento che ogni anno aggiunge motivi d’interesse in più per confermarsi sempre straordinario.

Il Gotha del Salto Ostacoli per la Longines FEI World Cup: Simon Delestre cerca il bis!

I migliori cavalieri del mondo, reduci quest’anno dall’impegno a cinque cerchi di Rio 2016, saranno come sempre gli attesi protagonisti di uno spettacolo che, iniziato nel 2001 a Verona, ha confermato Fieracavalli come uno dei migliori palcoscenici indoor del mondo. L’evento scaligero è già fissato nel calendario del circuito mondiale anche  per l’edizione 2017/2018.
La Longines FEI World Cup™ Jumping 2016-2017 ha in calendario 109 tappe di qualificazione suddivise in 15 ‘leghe’. Queste toccano tutti i continenti, passando per Australia, Nuova Zelanda e Giappone, per l’Asia del Sud e dell’Est e la Cina, per il Nord e il Sud America, per il Medio oriente, la penisola Caucasica, l’Europa Centrale e Occidentale. Il ‘clou’ è ovviamente quest’ultimo girone. La lega Europa Occidentale coinvolge, infatti, le nazioni e le location più prestigiose del salto ostacoli  internazionale. Tredici le tappe del calendario del girone che vede Jumping Verona come quarto appuntamento della stagione.
Sotto la regia di Veronafiere, con Eleonora Ottaviani nel ruolo di Event Director  e  i percorsi firmati da un Course Designer d’eccezione come Uliano Vezzani (già candidato dalla FEI per lo stesso ruolo ai Giochi Olimpici di Tokio 2020), l’evento scaligero si preannuncia già di grande interesse.
L’eccellenza sarà come sempre di casa nel Pala BMW, il padiglione 8, che lo scorso anno ha ampliato la sua capienza raggiungendo i 5.000 posti in tribuna. Le conferme ufficiali delle iscrizioni arriveranno solo nell’immediata vigilia del concorso, ma già molti dei ‘top riders’, compresi gran parte di quelli ai vertici mondiali, sono in contatto con il Comitato Organizzatore per predisporre la loro trasferta a Verona.
Tra questi il francese Simon Delestre, magnifico vincitore  della tappa di Verona nella Longines FEI World Cup™ 2015. Il fortissimo cavaliere transalpino, attualmente numero due al mondo, è stato per quasi un anno leader indiscusso del Longines FEI ranking : “Non vedo l’ora di tornare a Verona – ha dichiarato – perché è proprio grazie al successo nella tappa di Fieracavalli  che lo scorso anno ho raggiunto per la prima volta la vetta della classifica mondiale”.

Un concorso a misura di pubblico con ingresso gratuito giovedì e venerdì

Oltre a quelle sportive ci sono altre ottime notizie per  gli appassionati. La prima è certamente è quella dell’ingresso gratuito nelle giornate di giovedì e venerdì. Un’opportunità davvero da cogliere al volo, resa possibile dalla sponsorizzazione del gruppo alberghiero Roberto Naldi Collection già positivamente sperimentata lo scorso anno.
Il campo prova del CSI5* occupa la parte centrale del Padiglione 7 dove sono costruite anche le scuderie. Il pubblico ha libero accesso e può seguire da vicino la preparazione dei  binomi-campioni prima dell’ingresso in gara. In quest’area sono riuniti anche gli stand di brand legati a doppio filo al mondo degli sport equestri, anch’essi di top gamma per quel che riguarda soprattutto abbigliamento tecnico, tempo libero, accessori e attrezzature per cavalli campioni: da selle, staffe e stinchiere di ultima generazione a scuderie modello e apparecchiature elettromedicali all’avanguardia. Equitazione e fashion sono sempre più vicini e quest’anno proprio nel Padiglione 7 ci saranno belle sorprese.
Fonte:CSEquiEquipe
- Partner -

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 6)

Lascia un commento...