“Non ci posso ancora credere!” – le prime parole di Marco Kutcher dopo aver vinto il GP del LGCT di Valkenswaard

Marco Kutscher e van Gogh - Ph:Stefano Grasso/LGCT
Marco Kutscher - Ph: Stefano Grasso/LGCT
Marco Kutscher – Ph:
Stefano Grasso/LGCT

Non ci posso ancora credere!” questo il primo commento di Marco Kutscher dopo aver vinto il Gran Premio del Longines Global Champions Tour di Valkenswaard in sella a van Gogh (2002, KWPN, Numero Uno x Bernstein). “Veramente… non ci posso credere! Van Gogh non ha fatto tante gare a questo livello, l’ho portato qui perché gli altri miei due cavalli sono fermi. Ho scelto lui per questo concorso e ho fatto bene, ha fatto un super lavoro nel barrage; è stato pazzesco e Simon (Delestre ndr) mi aveva lasciato aperta una piccola porta… sono così felice! Ho vinto tre o quattro gran premi del LGCT, ma oggi sono davvero contento perché non me lo aspettavo. In alcuni concorsi senti che il tuo cavallo è particolarmente in forma e se non va come ti aspetti, ti arrabbi, oggi è successo l’esatto contrario e questo l’ha reso ancora più speciale. Non ho mai vinto neanche una categoria con lui, vincere un Gran Premio 5* è una cosa pazzesca.”

Simon Delestre e Qlassic Bois Margot - Ph:Stefano Grasso/LGCT
Simon Delestre e Qlassic Bois Margot – Ph:Stefano Grasso/LGCT

Simone Delestre, secondo classificato: “Prima di tutto devo fare i complimenti a Jan per aver reso questo posto così pazzesco. Ha piovuto tutto il giorno e il campo alla fine era ancora perfetto. Per quanto riguarda Qlassic, ancora una volta ha fatto 3 giri fantastici, siamo arrivati terzi a Londra due settimane e mezzo fa e negli ultimi gran premi si è sempre piazzato. Ho grande fiducia in lui. Non credo di avere le chance per vincere il titolo, ma potrei essere nei primi tre perché ho due ottimi risultati e me ne manca ancora uno. Se riesco a piazzarmi ancora una volta ho la possibilità di essere tra i primi tre.”

L'abbraccio tra Jan Tops e Bassem Hassan Mohammed - Ph:Stefano Grasso/LGCT
L’abbraccio tra Jan Tops e Bassem Hassan Mohammed – Ph:Stefano Grasso/LGCT

Bassem Hassan Mohammed, terzo classificato: “Sono davvero felice per quello che ha fatto oggi California. Devo dire grazie a tutti, soprattutto a Jan Tops per quello che ha fatto. È davvero speciale per me essere arrivato terzo a casa mia, sono davvero felice.

Scott Brash, leader della classifica: “C’è ancora molta strada da percorrere, possono cambiare molte cose. Non ci sarò per la prossima tappa (Roma, Scott sarà infatti a Calgary per tentare di vincere il Rolex Grand Slam ndr), ma sarò a Vienna e Doha. Sarà molto eccitante arrivare alla finale

Per vedere i video dei percorsi clicca qui

- Partner -

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 6)