LGCT Chantilly: largo ai giovani e agli azzurri nella giornata conclusiva

Constant Van Paesschen on Diamanthina van T Ruytershof - Ph:Stefano Grasso/LGCT

È stato il giovanissimo Constant Van Paesschen in sella a Diamanthina van T Ruytershof ad aggiudicarsi la 1.50m conclusiva della tappa di Chantilly del Longines Global Champions Tour (0/0 36.71sec). Ben 16 i cavalieri che hanno avuto accesso al barrage e il secondo gradino del podio è stato conquistato da un altro giovanissimo: Bertram Allen in sella a Belmonde (0/0 36.77sec). Terzo Ferenc Szentirmai su Quickdiamond (0/0 37.72sec). Per leggere la classifica clicca qui

Luca Maria Moneta su Bonheur S - Ph:Stefano Grasso/LGCT
Luca Maria Moneta su Bonheur S – Ph:Stefano Grasso/LGCT

Ottima prestazione per gli azzurri della categoria a tempo, 1.45m, della mattina. Ad ottenere il miglior piazzamento è stato Luca Moneta in sella a Bonheur S (Prop. Robert Scheitlin), che con un percorso netto, chiuso in 59’60sec, ha fatto sua la piazza d’onore della gara vinta dal francese Timothee Anciaume in sella a Padock du Plessis (0pen 59.54sec). Ma gli altri azzurri in campo non sono stati meno competitivi e infatti, l’allievo agente del Corpo Forestale dello Stato Emanuele Massimiliano Bianchi in sella a Zycalin W (Prop. Matterhorn Springen Sa) è uscito senza errori agli ostacoli e con il tempo di 62.57sec, chiudendo in quarta posizione. Quinto posto in classifica per Francesco Franco che in sella al suo Quintor, dopo aver messo a segno un percorso netto ha fermato il cronometro a 63.04sec. Per leggere la classifica clicca qui

- Partner -

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 6)