Gli assoluti si tingono di rosa: oro a Giulia Martinengo Marquet su Istafan Sissi

Il 1° aviere Giulia Martinengo Marquet su Istafan Sissi - Ph:FISE/SassoFotografie

È il 1° aviere scelto Giulia Martinengo Marquet il nuovo Campione Italiano Assoluto di salto ostacoli. L’amazzone di Palmanova (Ud), classe 1979, tesserata per il gruppo sportivo dell’Aeronautica Militare in sella a Istafan Sissi ha conquistato oggi, venerdì 24 aprile, sui campi dell’Equieffe Equestrian Centre di Gorla Minore, la medaglia d’oro della più importante competizione nazionale della disciplina.
Giulia Martinengo vince così la sua prima medaglia d’oro in un Campionato Italiano Assoluto e si iscrive negli annali come la terza amazzone ad essere riuscita nell’impresa. Una donna dunque sul tetto d’Italia. Non succedeva dal lontano 1998, quando Alessia Marioni saliva sul primo gradino del podio del Campionato Italiano a Modena in sella a Maradona van de Helle. Prima di lei nel 1994 a Bagnaia, ci era riuscita solo Manuela Bedini su Desireè di San Benedetto.

Una gara al cardiopalma, quella di oggi i cui tracciati sono stati disegnati dagli chef de piste Uliano Vezzani e Paolo Rossato. E’ stato, infatti, necessario un barrage per l’assegnazione delle medaglie, visto che tre binomi sono riusciti a chiudere le tre manches a pari merito con un solo errore. A disputare lo spareggio sono stati proprio Giulia Martinengo su Istafan Sissi (femmina ungherese di 11 anni di proprietà della Sgh Srl), unico binomio in grado di chiudere senza errori, Natale Chiaudani, medaglia d’argento, su Almero 12 (Proprietario Natale Chiaudani), con un errore all’uscita della combinazione, e il 1° aviere scelto Emilio Bicocchi, bronzo, su Ares (cavallo di proprietà dello stesso cavaliere), che dopo aver commesso il secondo errore in barrage e avendo comunque acquisito il risultato, ha preferito non sottoporre ad altri sforzi il suo cavallo.

A consegnare le medaglie e a congratularsi con i medagliati, che ottengono così di diritto un pass per l’83° CSIO di Roma Piazza di Siena Master fratelli d’Inzeo, è stato il presidente della Federazione Italiana Sport Equestri Vittorio Orlandi, accompagnato dal vice presidente vicario Emanuele Castellini. Martinengo, Chiaudani e Bicocchi hanno festeggiato poi con il prosecco, rigorosamente italiano, offerto dalla Nino Franco Spumanti.

La classifica del Campionato italiano Interforze vede dunque il 1° aviere scelto Giulia Martinengo ed il 1° aviere scelto Emilio Bicocchi rispettivamente sul primo e secondo gradino del podio, seguiti al terzo posto dall’appuntato scelto Bruno Chimirri, medaglia d’argento, in sella a Luca-Uturn di proprietà dell’Asd. Royal Horse.

Erano 57 i binomi in gara per una medaglia nel Criterium 2° grado. A salire sul gradino più alto del podio è stato l’agente della Polizia di Stato Luca Coata in sella a Quiete Beauty, cavallo di proprietà della Domus Srl e allevato da Domenico Merlani. Medaglia d’argento per Giovanni Oberti su Wieze Z di proprietà dello stesso cavaliere e bronzo al collo di Riccardo Miozzo sulla sua Da Liscia.

Fonte:FISE

- Partner -

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 6)