Piccole curiosità sui finalisti di Las Vegas aspettando il verdetto

Bertram Allen e Molly Malone - Ph:FEI

La prima cosa che si nota scorrendo la starting list di salto ostacoli della finale della Longines FEI World Cup è la diversità di provenienza degli aspiranti al titolo: sono, infatti, ben 11 gli studbook rappresentati. Dei 29 finalisti della Coppa del Mondo di Las Vegas, 5 sono marchiati HOLST, 5 BWP, 4 SF, 4 KWPN, 3 SBS, 3 WEST, 1 Z, 1 SWB, 1 LWB, 1 ISH e 1 AES.

Per quanto riguarda le origini paterne, gli stalloni maggiormente rappresentati, con 2 figli a testa, sono Kannan (Albfuehren’s Paille, Molly Malone V), For Pleasure (Barron, Coral Reef Follow me II), Mr Blue (Simon, Zirocco Blue) e Toulon (Toulago, Edesa S Banjan).

Le tre linee maschili dominanti sono quelle di, nell’ordine, Orange Peel XX (con 7 discendenti), Rantzau XX (con 6 discendenti) e Furioso XX (con 5 discendenti).

La crescente difficoltà tecnica dei percorsi richiede cavalli sempre più reattivi, attenti e veloci. Non stupisce, quindi, che la percentuale media di purosangue presente nella genealogia dei partecipanti si attesti a 49,11%. Qurack de Falaise è il cavallo con la percentuale maggiore (64,45%), Connery con quella minore (30,86%)

Per quanto riguarda il mantello, 14 dei finalisti sono bai, 7 sauri, 7 grigi e 1 morello.

 

 

- Partner -

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 6)