Il mea culpa di Sergio Alvarez Moya dopo la vittoria di ieri, gli scarsi risultati non erano colpa sua

Sergio Alvarez Moya e Carlo - Ph: Mercedes-CSI Zürich

Sergio Alvarez Moya è ritornato al top vincendo ieri, in sella a Carlo, la decima tappa della Coppa del Mondo a Zurigo. Il grigio negli ultimi mesi non ha brillato come suo solito, ma ieri i due hanno ritrovato il loro equilibrio stracciando gli altri sette binomi che hanno avuto accesso al barrage.

Un riflessivo Moya ha così commentato il suo risultato: “Gli scarsi risultati degli ultimi mesi non sono stati colpa sua (riferendosi a Carlo ndr). La mia mente non era focalizzata sullo sport così come avrebbe dovuto essere (Sergio e la moglie Marta Ortega stanno divorziando ndr), ma ora le cose sono cambiate e noi siamo nuovamente un binomio ben affiatato. Quando non ottieni buoni risultati, cerchi di cambiare le cose, ma non è sempre la cosa giusta da fare, così siamo tornati al vecchio metodo e finalmente stiamo saltando di nuovo insieme! Ho avuto un periodo negativo per molti mesi, ma la vittoria di oggi ripaga tutto, non potevo essere più felice di così! Ho sempre detto che la finale di Las Vegas non era un mio obbiettivo, però se mi qualifico ci vado. Sono ancora giovane e l’ultima volta che sono andato alla finale con Carlo (nel 2013) siamo andati bene. Il nostro prossimo appuntamento è Bordeaux e se vinciamo o otteniamo abbastanza punti per qualificarci per Las Vegas vedremo il da farsi. In caso non ci riuscissimo, faremo degli altri programmi.”

- Partner -

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 6)