Gucci Master Parigi: gioventù che avanza in Gran Premio con Fuchs e Van Paescchen, ma Kaiser Ludger non molla

Martin Fuchs e PSG Future

E’ il giovannisimo Martin Fuchs ad aggiudicarsi il Gran Premio del Gucci Master di Parigi, 1.60m. Su 13 binomi ad entrare in barrage è stato tra i primi ad entare in campo, il diciannovenne svizzero con una calma degna dei cavalieri più esperti ha pennellato, in sella a PSG Future, un percorso perfetto fermando il cronometro a 34.58sec. Seconda posizione per Ludger Beerbaum con un Zinedine in ottima forma (34.67sec) e terza per un altro giovanissimo: Costant van Paesschen su Citizenguard Toscan de Sainte (34.80sec).

Di seguito i commenti a caldo dei tre protagonsti:

Martin Fuchs: “E’ un bellismo giorno per me, il mio cavallo è stato fantastico. Il percorso era ben disegnato, c’erano in campo i migliori cavalieri al mondo, è pazzesco aver gareggiato con loro!”

Ludger Beerbaum: “Un Gran Premio davvero difficile e un barrage emozionante. Il mio non è un cavallo veloce per natura ma qui si è  davvero comportato bene!”

Costant van Paesschen: “Pazzesco, il mio cavallo ha saltato benissimo. Ho perso tempo nella girata al numero 3, ho allargato troppo, ma sono davvero felice. Martin è un vero talento. Per il futuro avremo tantissimi ottimi cavalieri!”

Per leggere la classifica e vedere i video dei percorsi clicca qui

- Partner -

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 6)