WEG 2014: i binomi azzurri convocati

Terminate le prime fasi di preparazione e concluso il periodo utile per ottenere i requisiti di qualifica previsti dalla FEI, la compagine italiana per i prossimi FEI Alltech World Equestrian Games per la disciplina del completo (27/31 agosto) sarà formata (in ordine alfabetico):

  • Agente della Polizia Penitenziaria Evelina Bertoli (Leitrim Orient Express)
  • Marco Biasia (Tatchou o Neptune de Sartene)
  • Stefano Fioravanti (Nodin d’Orval)
  • Alberto Giugni (Sportsfield Quality)
  • 1° aviere scelto Vittoria Panizzon (Borough Pennyz o Merlots Magic)
  • Giovanni Ugolotti (Stilo Kontika)

che saranno tutti impegnati in un’ultima gara, per rifinire la preparazione. Le iscrizioni nominative per l’appuntamento mondiale si sono chiuse oggi, mentre le definitive si chiuderanno il 14 agosto. La scuderizzazione degli azzurri ad Haras du Pin è prevista per il 25 agosto.

“Ci aspettiamo una gara ‘dura’ in Normandia, sia sotto il profilo tecnico che per i dislivelli che dovranno affrontare i binomi in cross”, ha dichiarato il Ct della nazionale Maggiore dell’Esercito Italiano Andrea Mezzaroba. “Ai WEG 2014 sono attese 29 nazioni partecipanti con 23 squadre. Sarà dunque una gara tiratissima perché, dopo le squadre che sulla base delle performance ripetutamente ottenute dai loro cavalieri, partono a caccia di una medaglia, tutte le altre sono alla ricerca del lasciapassare per Rio 2016, proprio come noi. Per quanto riguarda la nostra squadra, partiamo convinti e motivati, consapevoli della difficoltà del nostro obiettivo: la qualifica olimpica, che si ottiene rientrando tra le prime 6 posizioni. Purtroppo qualche infortunio di troppo ha intralciato la nostra preparazione e non ci ha consentito di schierare la formazione migliore (pesa l’assenza del binomio Brecciaroli-Apollo ndr.).
A livello individuale – ha proseguito il Ct – potrà sicuramente avere ambizioni di classifica il binomio composto da Vittoria Panizzon e Bouroug Pennyz se, come tutti, riuscirà a portare avanti la preparazione al meglio. La preparazione di un evento ai massimi livelli, è talmente articolata che può sempre presentare qualche imprevisto e difficoltà. Questi WEG – ha aggiunto Mezzaroba – saranno l’occasione di una grande esperienza per giovani cavalieri come Evelina Bertoli, Stefano Fioravanti e Giovanni Ugolotti alla loro prima volta in un Campionato del Mondo. Per loro sarà sicuramente di grande aiuto l’esperienza di Vittoria Panizzon, dopo gli ottimi piazzamenti di Londra 2012 (11^ individuale ndr.) e dei Campionati Europei 2013 di Malmö (8^ individuale ndr.), di Marco Biasia (per lui i WEG 2014 sono il quinto Campionato del Mondo ndr.) e di Alberto Giugni” (alla sua seconda presenza in un Mondiale ndr.). Sono certo che tutti daranno il massimo!
Dopo i WEG – ha concluso il tecnico – avremo un’altra occasione di qualifica olimpica ai Campionati Europei del prossimo anno, dove potremo contare su altri giovani che stanno crescendo molto bene e che sono stati impegnati positivamente nelle stesse gare di preparazione al mondiale. Nella nostra disciplina il cammino verso le competizioni più importanti è lungo e deve essere ben ”sedimentato”; per loro l’impegno dei WEG sarebbe stato prematuro, ma è anche con loro che potremo puntare alla qualifica olimpica agli Europei 2015 nel caso in cui non dovesse arrivare quest’anno”.

- Partner -

Error, group does not exist! Check your syntax! (ID: 6)